×

Guerra Ucraina: ucciso un altro generale russo alle dipendenze di Putin

La BBC annuncia che il generale russo Yakov Rezantsev è stato ucciso. Stando a fonti ucraine, si tratterebbe del settimo ufficiale morto da inizio guerra.

ucciso generale russo

Dall’Ucraina arriva la conferma: il generale russo Yakov Rezantsev è stato ucciso. Si tratta del settimo ufficiale perso da Putin da inizio guerra.

Ucciso il settimo generale russo da inizio guerra

La notizia arriva dalla società radiotelevisiva britannica, la BBC, su avviso ufficiale del ministero della Difesa dell’Ucraina.

Nel secondo mese inoltrato di guerra, l’oligarca russo Vladimir Putin ha perso un altro ufficiale militare: si tratta del generale Yakov Rezantsev, di 48 anni.

Stando alla versione di Kiev, sarebbe rimasto coinvolto fatalmente in un attacco vicino alla città meridionale ucraina di Kherson. Una fonte autorevole occidentale, inoltre, fa sapere che si tratterebbe del settimo generale perso da Putin dall’inizio del conflitto.

Chi era Yakov Rezantsev, il generale russo ucciso

Il 48enne militare di alto rango era il comandante della 49esima armata combinata del distretto militare meridionale. Fedele sostenitore di Putin, sembrerebbe che il quarto giorno dell’invasione avrebbe detto ai suoi soldati che la loro campagna di «smilitarizzazione e denazificazione» dell’Ucraina sarebbe stata vittoriosa nel giro di poche ore. Dichiarazioni in linea con l’idea di Blitz che aveva Putin al momento dell’offensiva, ma che non si è mai verificata.

Queste parole sono state diffuse dal ministero ucraino, dopo che alcune comunicazioni sono state intercettate direttamente dall’esercito di Kiev.

Contents.media
Ultima ora