Test medicina 2019: tutte le novità del bando | Notizie.it
Test medicina 2019: il Miur modifica requisiti e modalità
Guide

Test medicina 2019: il Miur modifica requisiti e modalità

test medicina
test medicina

Le novità introdotte dal ministero dell'istruzione riguardano principalmente i contenuti del test e i punteggi. Vediamo nel dettaglio i cambiamenti.

Ogni anno migliaia di studenti sognano la carriera nell’ambito medico: nel 2018 gli iscritti al test di ammissione erano 67.005. Di questi, purtroppo, potevano accedere ai corsi solamente 9.779 studenti. Il Ministero dell’Istruzione ha previsto per quest’anno numerose novità riguardo il test di medicina. Lo scorso 28 marzo, infatti, è stato pubblicato il documento che introduce cambiamenti sui contenuti dell’esame e sui relativi punteggi. Le date, invece, resteranno fissate per settembre.

Test medicina 2019: i contenuti e i punteggi

Le università spesso impongono il numero chiuso per la frequenza ai corsi: in questo modo possono assicurare agli studenti ambienti confortevoli e spaziosi dove poter frequentare le lezioni. Per l’ambita facoltà di medicina si presentano ogni anno numerosi ragazzi provenienti da percorsi diversi: dai licei scientifici fino agli istituti tecnici. Quest’anno il Miur ha deciso di modificare i contenuti dell’esame: nel dettaglio ha aumentato il numero dei quesiti di cultura generale rispetto a quelli di logica.

Il nuovo test di ammissione, quindi, sarà composto da: 8 domande di fisica o matematica, 12 di chimica, 18 di biologia, 10 di logica e 12 domande di cultura generale. Gli anni precedenti erano previsti solo 2 quesiti di quest’ultima tipologia, mentre i test di logica ammontavano a 20. Un ridimensionamento notevole dunque. Cambiando i contenuti dell’esame e le varie tipologie di domande non si potevano non aggiornare anche i punteggi. Infatti, per quest’anno ogni risposta esatta farà guadagnare 1,5 punti, le risposte non date avranno un punteggio pari a 0 e quelle sbagliate toglieranno 0,4. Questo metodo cerca di scoraggiare gli studenti a rispondere “a caso” e invita, invece, a ragionare sulla soluzione corretta.

Test medicina 2019: le date

Le iscrizioni al test di ammissione per quest’anno partiranno dal 17 giugno 2019 e chiuderanno martedì 9 luglio. Le modalità di iscrizione sono le stesse degli scorsi anni: sarà necessario accedere al portale Universitaly, registrarsi e seguire le indicazioni. Si potrà scegliere anche un’università di preferenza dove svolgere il test. La prova di ingresso, invece, è fissata per martedì 3 settembre alle ore 11. Il tempo massimo a disposizione degli studenti sarà di 100 minuti e i risultati verranno pubblicati dal ministero entro il 17 settembre. Dieci giorni dopo, tutti i partecipanti potranno visualizzare sul portale online il punteggio effettuato. Infine, la data di pubblicazione delle graduatorie definitive è fissata per martedì 1 ottobre 2019.

Facoltà di Medicina: la questione numero chiuso

Il Ministro Bussetti, in un intervista su Repubblica, ha approfondito il tema della carenza dei medici. A tal proposito ha lanciato una proposta: aumentare il numero dei posti messi a concorso dalle università per poter dare la possibilità a più studenti di specializzarsi nel settore. Anche Il Miur ha intenzione di aumentare almeno del 20% il numero dei posti disponibili attualmente per la facoltà di Medicina. Bussetti ha anche parlato di aumentare il numero di borse di specializzazione post lauream. Purtroppo gli attuali studenti sarebbero disponibili per il mondo del lavoro solo tra 11 o 12 anni, dal 2030 in poi, come ha sottolineato uno studio realizzato da Medici Dirigenti Anaao. Senza un decreto ministeriale, però, l’idea resta appesa in aria.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche