×

Conto corrente postale: come aprirlo e quale scegliere

Aprire un conto corrente postale è un'operazione semplice che porta con sé alcuni vantaggi per il depositario.

conto postale
postamat conto

Spesso ci si trova nella situazione di dover aprire un conto corrente, trovandosi nella situazione spiacevole di avere di fronte una moltitudine di scelte e di non sapere come orientarsi. Negli ultimi anni aprire un conto corrente postale risulta una mossa vincente per risparmiare commissioni che di solito dalle banche sono più esose.

Perché aprire un conto corrente postale?

Aprendo un conto con la posta si potranno emettere e incassare assegni, predisporre bonifici e collegare la carta di credito o meglio ancora acquistare tramite la carta Postamat che è l’equivalente del bancomat classico che tutti conoscono. Il vantaggio è quello di pagare le spese di tenuta inferiori rispetto a quelle delle banche. Il loro costo si aggira intorno ai 30 euro annui a discapito dei minimo 60 euro chiesti dalle banche.

Aprire un conto corrente postale ha dei vantaggi innegabili come abbiamo visto.

Conto corrente postale: requisiti e tipologie

Per aprire un conto corrente postale bisogna essere maggiorenni, come prima cosa da fare è quella di visionare tutte le tipologie di conto che Poste Italiane prevede. Per le tipologie di conto si può chiedere all’addetto postale o visionare le varie opportunità sul sito stesso dell’azienda. Poste Italiane offre fondamentalmente tre tipi di conto : Bancoposta, Bancoposta Clic e Bancoposta Più. Il Bancoposta classico non prevede Postamat e carta di credito, gli altri due sì. Da tenere bene in conto sono le diverse spese di ritenuta e di interessi che variano da offerta a offerta. Una volta preso atto e visione di quale conto si vuole aprire, consultando assistenza sul posto e sito internet, bisogna munirsi di codice fiscale e carta d’identità.

Ci si deve recare agli uffici e si deve comunicare all’addetto la tipologia di conto che si è scelto.

Il conto può anche essere cointestato con un’altra persona, che ovviamente dovrà recarsi con voi ed avere gli stessi requisiti e documentazione. A questo punto l’ufficio consegnerà tutta la modulistica necessaria per aprire il conto, visionando tutta la procedura di compilazione e firmando i moduli. Si consiglia di rileggere bene tutto da capo, così da essere sicuri su cosa si stia firmando. Una volta fatto ciò e depositate le firme, in breve tempo verrà attivato il conto. Bisognerà versare del denaro per perfezionare il tutto che si concluderà poi con il libretto degli assegni che verrà consegnato. Anche Postamat e carta di credito verranno poi consegnate se si è fatta richiesta dal proprio piano scelto.

Bancoposta Click: cosa è?

Un discorso a parte merita il Bancoposta Click, questo può essere gestito direttamente online senza alcuna spesa di tenuta e lo si può aprire via web.

In breve vediamo come fare. Prima di tutto ci si registra sul sito di Poste Italiane, si deve stampare il modulo di richiesta di apertura ed una volta compilato, a seconda dei casi si eseguano le procedure previste dalla normativa. Esistono due tipologie di contratto effettuabili:

  • Se avete un conto corrente bancario, allora bisogna inviare un bonifico di cento euro prelevato da esso e mandarlo alla casella postale 00100144 di Roma intestato al Bancoposta Click, con tanto di contratto compilato e firmato e copia del documento di identità e con la ricevuta del bonifico.
  • Se non si ha un conto corrente bancario, invece una volta effettuata la registrazione al sito di Poste Italiane ed aver compilato il modulo scaricato, quest’ultimo deve essere consegnato con la fotocopia della carta d’identità; ad un ufficio postale che si occuperà di svolgere tutta la pratica. Ci si può rivolgere a qualsiasi ufficio sia di Poste Italiane ovviamente.

Bancoposta Click può anche essere cointestato, nello specifico esiste un modulo dove andranno riportati entrambi i dati dei cointestati. Il conto corrente postale può essere un’ottima soluzione al classico conto corrente bancario, tutto però dipende da cosa dovete farci. I vari piani di conto vanno analizzati e scelti secondo le esigenze dell’utente.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche