Dove e come fare test hiv
Dove e come fare test Hiv
Benessere

Dove e come fare test Hiv

test hiv

Molte sono le persone infette, ma poche sanno di esserlo. Fare il test Hiv è una scelta volontaria e rispettosa per voi stessi e per gli altri.

Secondo i dati riportati da UNAIDS nel 2015, ci sono in tutto il mondo oltre 36,7 milioni di persone che vivono con l’infezione da HIV. Molte sono le persone infette, ma poche sanno di esserlo. Fare il test Hiv diventa una scelta necessaria e indispensabile per vivere la propria sessualità in maniera consapevole. La malattia causata dal virus da immunodeficienza umana non può essere guarita, ma può essere curata se diagnostica con un tempestivo intervento.

Perché fare il test

L’unico modo per sapere con certezza se si ha l’Hiv è sottoporsi ad un test semplice e veloce che può salvarti la vita. Hiv è un virus che infetta e indebolisce il sistema immunitario. Il test Hiv è rivolto a tutte quelle persone sessualmente attive, ma anche a chi crede di non esserne a rischio. Le modalità di contagio possono avvenire attraverso rapporti non protetti, scambio di aghi condivisi per iniettare farmaci o droghe, contatto diretto con sangue o liquido corporale di un soggetto infetto.

Prima di svolgere un test Hiv, è bene consultare prima un professionista per chiarire eventuali comportamenti a rischio, preoccupazioni e dubbi.

Dove fare il test

Per effettuare il test, puoi recarti presso strutture ospedaliere specializzate, centri Riferimento Asl, centri di cura delle I.S.T. Infezioni Sessualmente Trasmissibili e centri prelievi accreditati. La maggior parte delle strutture pubbliche offre un test gratuito, ma in alcuni centri è necessaria la prenotazione e il pagamento di un ticket. I risultati del test non vengono comunicati direttamente, ma è necessario attendere alcuni giorni prima di avere una risposta certa.

Il test per Hiv è una scelta volontaria che può essere effettuata in forma anonima o riservata. Nel primo caso viene utilizzato solo un codice per l’identificazione del soggetto, invece nel secondo caso è richiesto un documento personale.

Recentemente è stata introdotta anche la possibilità per tutti i soggetti maggiorenni di acquistare un test in farmacia senza ricetta medica e identificare la propria condizione in pochi minuti. Prima di procedere, si consiglia di leggere tutte le indicazioni e avvertimenti. Fare il test è molto semplice perché basta una piccola puntura sul polpastrello. Poi bisogna attendere per 15 minuti per sapere il risultato definitivo.

Come funziona

Un normale esame del sangue non è utile per diagnosticare il contagio. Infatti il test per l’Hiv prevede il prelievo di un campione di sangue dal dito o dal braccio individuando la possibile presenza di anticorpi che l’organismo produce quando viene infettato dal virus. Il test è attendibile al 100 per cento e in caso di risultato positivo, si consiglia di effettuare un normale esame del sangue per averne conferma e consultare il proprio medico per intraprendere una possibile terapia. Se invece il risultato è negativo, il paziente non è stato contagiato.

Molte persone fanno il test e danno per scontato di non essere stati infetti. Il virus però non manifesta subito sintomi e si manifesta solo dopo 3 mesi da comportamenti a rischio. Per questo motivo il test può essere svolto dopo 90 giorni, durata di tempo massima in cui l’organismo reagisce al contagio. I test svolti in laboratorio vi permettono di accorciare la diagnosi del contagio e ottenere risultati attendibili in pochi giorni.

Scegliere di fare il test Hiv può essere una scelta rispettosa per voi stessi, ma anche per gli altri e garantire al tempo stesso una vita serena e consapevole.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Benessere

Allergie all’etanolo

19 ottobre 2018 di Redazione
Le allergie all’etanolo sono indicative di un’intolleranza all’alcol. La causa di solito è genetica.