×

Acqua nell’orecchio: i rimedi per eliminarla

Se per caso entra acqua nelle orecchie può essere molto fastidioso. Esistono dei trucchi per eliminarla.

orecchio
acqua orecchio

L’acqua nelle orecchie è un fenomeno da non sottovalutare poiché può causare una serie di fastidi e conseguenze per la salute. Capita molto spesso di avere acqua nelle orecchie, soprattutto in determinate circostanze: quando si fa il bagno, la doccia oppure dopo essersi concessi una nuotata al mare. Ed ecco che una quantità di acqua penetra all’interno delle orecchie. Nella maggior parte dei casi però questo fenomeno tende a risolversi da solo, quindi l’acqua fuoriesce autonomamente e il disturbo scompare. In altri casi però l’acqua può rimanere bloccata nelle orecchie dando vita ad una sensazione davvero fastidiosa ed irritante.

Acqua nell’orecchio: come eliminarla

Questa condizione può provocare dolore e ridurre provvisoriamente la percezione dei rumori. Nelle situazioni più gravi possono anche insorgere infiammazioni del canale uditivo.

Cosa fare in caso di acqua nelle orecchie? Ecco una serie di consigli per eliminare l’acqua nelle orecchie in modo efficace. Uno dei principali metodi per far fuoriuscire l’acqua dalle orecchie è sfruttare la forza di gravità. Per sfruttare la forza di gravità è consigliabile piegare il capo al fine di collocare l’orecchio parallelamente alla superficie del pavimento ed esercitare una lieve pressione per alcuni secondi. Al termine, l’acqua dovrebbe iniziare a fuoriuscire automaticamente. Tuttavia, questo rimedio non sempre potrebbe essere sufficiente e spesso l’acqua resta intrappolata nelle orecchie per più in tempo. A questo punto è bene ricorrere ad ulteriori tecniche per risolvere il problema.

In alcuni casi, vi sono dei movimenti della bocca che possono favorire l’uscita dell’acqua dalle orecchie.

Sarà sufficiente sbadigliare o masticare ripetutamente per far sì che l’acqua scenda dal canale uditivo e raggiunga la parte esterna dell’orecchio. Questi movimenti infatti coinvolgono l’orecchio medio e aiutano a sbloccare il canale in cui è trattenuta l’acqua. Si consiglia, in particolare, di masticare alimenti croccanti che si rivelano maggiormente efficienti per risolvere questo fenomeno. Per agevolare la fuoriuscita dell’acqua dalle orecchie potrebbe essere una buona soluzione muovere delicatamente il capo da un lato e dall’altro e infine piegare la testa. Una volta inclinato il capo, ripetere i movimenti e riportarlo verso l’alto e verso il basso. Un trucco efficace è quello di tirare il lobo dell’orecchio durante questi movimenti per favorire una maggiore apertura del canale.

Acqua nell’orecchio: i rimedi

Applicare un impacco caldo è un rimedio della nonna particolarmente funzionale per risolvere il problema dell’acqua nelle orecchie.

Basterà inumidire un panno in una ciotola di acqua calda e strizzarlo accuratamente. A questo punto dovrà essere posizionato sull’orecchio, esattamente come si fa con gli impacchi. Questo metodo è particolarmente raccomandato poiché favorisce l’apertura della tromba d’Eustachio. Il procedimento prevede di appoggiare l’impacco sull’orecchio per un massimo di 30 secondi, dopodiché toglierlo, aspettare circa 50 secondi e ripetere l’operazione. A questo punto inclinare la testa da un lato per far colare via l’acqua intrappolata.

Il phon può essere un valido alleato poiché favorisce l’evaporazione dell’acqua bloccata nel canale uditivo. Ovviamente bisogna evitare l’aria calda ed azionare l’aria tiepida per questo tipo di operazione. Il phon inoltre non deve essere posizionato troppo vicino all’orecchio. Attenzione anche alla potenza selezionata, che deve essere bassa e non eccessiva. Basterà eseguire questa operazione con attenzione, dopodiché inclinare la testa da un lato per far uscire l’acqua. Se dopo tutti i tentativi l’acqua non dovesse fuoriuscire dalle orecchie, in farmacia è possibile reperire una vasta gamma di spray appositi per sciogliere il cerume, che nella maggior parte dei casi è il principale responsabile del fenomeno dell’acqua nelle orecchie. Qualora i sintomi dovessero peggiorare è opportuno rivolgersi al proprio medico di fiducia che saprà fornire tutte le indicazioni necessarie per risolvere il problema. Il mal d’orecchie può, infatti, nascondere patologie più gravi ed è giusto porre attenzione a questo sintomo.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche