×

Ulcera gastrica: cosa mangiare, i sintomi e i rimedi

I dolori persistenti alla pancia potrebbero essere causati da un'ulcera gastrica e saperene riconoscere i sintomi è fondamentale.

ulcera gastrica cibo cause
ulcera gastrica rimedi cosa mangiare

Quando si soffre di dolori persistenti a livello addominale, accentuati in base ai pasti, si può soffrire di ulcera gastrica. Si tratta di una condizione in cui lo stomaco presenta delle abrasioni, delle perforazioni, a livello della mucosa. Queste ulcere possono essere molto dolorose, e per tale ragione, solitamente vengono scoperte rapidamente tramite gastroscopia.

Ulcera gastrica: cosa mangiare

In generale bisognerebbe seguire un’alimentazione parecchio pulita. Questo perché risulta necessario non accentuare o aggravare il danno presente a livello dello stomaco, tramite cibi irritanti. Alcuni alimenti che andrebbero eliminati, ad esempio, sono gli alimenti piccanti, come peperoncini, salami piccanti, ma anche spezie che portano a tutto ciò. Ma non si tratta solo di alimenti direttamente irritanti, ad esempio lo stesso cioccolato, o in generale il cacao, andrebbe evitato.

Oltre al cacao, rientrano nella lista ‘nera’ dei cibi da evitare, anche alimenti molto conditi, ad esempio con olio (specie se tramite soffritto), molto grassi, come frattaglie, salumi, pesci grassi, latticini e formaggi.

Questi infatti risulterebbero altamente irritanti per la mucosa gastrica. A questi alimenti vanno aggiunte numerose bevande, a partire da quelle contenenti xantine, come caffè, thè, energy drink, ma anche la cioccolata calda (come detto prima, il cacao va evitato). Specialmente se assunte a stomaco vuoto, situazione che lo rende più sensibile.

Oltre queste bevande ‘comuni’, risulta assolutamente da evitare l’alcool, che rappresenta una delle principali cause di ulcere gastriche, anche il vino. Alcool e fumo, infatti, assieme al batterio Helicobater Pylori, rappresentano in assoluto le cause più importanti di formazione di ulcera gastrica. A queste cause, vanno aggiunti anche eventuali tumori o farmaci anti-infiammatori non steroidei. Il cibo, infatti, rappresenta più un’aggravante piuttosto che una causa scatenante.

Ulcera gastrica: i sintomi

Vi sono numerosi sintomi che indicano la presenza di un’ulcera gastrica.

I più frequenti sono rappresentati dai dolori e bruciori di stomaco in seguito ai pasti (quando vi è un abbassamento dell’acidità nello stomaco), che hanno come conseguenza diretta un’inappetenza psicologica, dovuta al fatto che il soggetto è consapevole che mangiando, soffrirà di dolori non sopportabili. A causa di questa inappetenza, poi, si può andare incontro ad astenia, quindi mancanza di energia, ma anche anoressia (a lungo andare) ed eventuali anemie dovute alla carenza di nutrienti.

Questo porterà inevitabilmente a perdita di peso, nausea frequente e giramenti di testa. Nei casi più gravi di ulcera gastrica, invece, vi possono essere delle emorragie, individuabili tramite esami appropriati, oppure individuabili dal paziente qualora vi sia un vomito ematico o feci nerastre (dovute alla presenza di sangue).

I rimedi efficaci contro l’ulcera

Si tratta di una patologia cronica, tendente a riacutizzazioni occasionali.

Per tale ragione, prima di agire tramite rimedi generici, è necessario valutare le eventuali cause scatenanti. Questo è possibile farlo tramite esami appositi, come endoscopie e biopsie gastriche, così come può essere necessario un breath test per la valutazione della presenza di Helicobacter Pylori.

A questo punto, in seguito a valutazione medica, vengono solitamente rilasciati farmaci per la riduzione del bruciore alla bocca dello stomaco, come antiacidi; e gastro protettori. In questo modo la mucosa avrà una maggiore capacità rigenerativa. Nel caso vi sia Helicobacter Pylori, invece, sarà necessario agire tramite terapia antibiotica mirata, prescritta dal medico (mai agire col fai-da-te, in quanto si tratta di un batterio estremamente resistente). Qualora ci siano perforazioni, invece, sarà necessario ricorrere alla chirurgia. L’unica azione che è possibile compiere autonomamente, è il rispetto di una dieta sana e che escluda gli alimenti irritanti per la mucosa gastrica. In questo modo avremo un rapido sollievo dalla sintomatologia, e nei casi più lievi, anche una guarigione spontanea.


Contatti:

Scrivi un commento

300
Caricamento...

Leggi anche