×

Pulizia della lavastoviglie: tutti i rimedi naturali

Pulire la lavastoviglie senza utilizzare molti prodotti chimici è possibile e molto facile, scopri come farlo.

lavastoviglie piatti
pulizia lavastoviglie

Ci sono infiniti modi per poter ottenere stoviglie splendenti senza dover ricorrere a detersivi chimici super aggressivi, dannosi per l’ambiente e per la salute. Innanzitutto, se volete dei piatti puliti dovete dedicare necessariamente un po’ del vostro tempo alla periodica manutenzione della vostra lavastoviglie. Questo non vuol dire che dovete contattare alcun tecnico specializzato, né che dovete smontare la macchina per poter procedere con le operazioni di mantenimento. Ci sono dei piccoli e semplici accorgimenti da dover rispettare, per far sì che la salute della vostra piccola aiutante sia sempre in ottimo stato.

Come pulire tutte le parti della lavastoviglie

Il filtro della lavastoviglie, come tutti i filtri, ha uno scopo di protezione. Deve evitare, infatti, che i residui di sporco che si trovano sui piatti possano andare ad otturare le tubature e danneggiare la stessa pompa della macchina. Pulire il filtro è un lavoro piuttosto semplice.

Lo stesso va semplicemente svitato e liberato dallo sporco, almeno una volta a settimana. Una volta al mese, si consiglia invece di fare una pulizia molto più approfondita, lasciando in immersione in acqua calda il filtro per circa una mezz’ora e poi strofinarlo ben bene con una spazzola a setole dure o con uno spazzolino da denti (anche usato), per eliminare le incrostazioni. Potete usare anche un po’ di sapone per i piatti, all’occorrenza. La lavastoviglie può essere lavata internamente o esternamente:

  • pulire l’interno della lavastoviglie: per procedere con la pulizia delle altre parti interne della lavastoviglie, utilizzando un rimedio naturale, potete ricorrere all’aceto. Per non fare danni ai componenti dell’apparecchiatura – essendo l’aceto un prodotto corrosivo – riponetelo in una piccola bacinella o in una tazza ed adagiatelo sul fondo del cestello.

    Facendo un lavaggio ad alta temperatura, la vostra lavastoviglie risulterà ben sgrassata e priva di incrostazioni. Si consiglia di effettuare uno stop di una quindicina di minuti a metà lavaggio per dar tempo all’aceto di agire in modo più efficace. Qualcuno aggiunge anche una tazza di bicarbonato sul fondo della macchina che dovrebbe servire a neutralizzare i cattivi odori. Dopo questo processo, la lavastoviglie va asciugata, passando un panno pulito.

  • pulire l’esterno della lavastoviglie: anche per questo lavoro l’aceto risulta essere un ottimo alleato. Basterà una spugnetta imbevuta in un po’ di aceto e acqua per ridare lucentezza e splendore alle parti esterne della macchina. Per le guarnizioni bisognerà frizionare un po’ di più, stando sempre attenti a non utilizzare troppa forza.

Non dimenticatevi di lavare con acqua e aceto o acqua e limone anche i vari componenti della lavastoviglie, di tanto in tanto, perchè potrebbero presentare sedimenti in zone poco visibili.

Ci riferiamo nello specifico ai cestelli e ai bracci rotanti.

Come eliminare i residui e i cattivi odori

Una delle accortezze fondamentali che dovete tenere è quella di non posizionare i piatti sporchi nella vostra lavastoviglie con tutti i vari avanzi di cibo che si sono ad essi appiccicati. I piatti andrebbero prima sciacquati velocemente sotto l’acqua corrente o, ancora meglio, passati con un tovagliolo di carta in modo da renderli quanto più privi di residui di cibo possibile. Questo è necessario per evitare che accumuli eccessivi di resti del mangiare vadano ad intasare i filtri e rendano anche l’acqua maleodorante, causa putrefazione.

Il succo di limone (acido citrico) è la nostra salvezza. Prendete la buona abitudine di aggiungere ad ogni lavaggio mezzo limone ed otterrete dei risultati impensabili. Per evitare sprechi potete prendere anche dei limoni già usati, che possono essere messi nel cestello delle posate. Come ulteriore accorgimento, per avere una lavastoviglie sempre in forma smagliante e allungarle la vita, vi consigliamo di non far mancare mai il sale nel serbatoio e di fare di tanto in tanto un lavaggio a vuoto ad alta temperatura, se la utilizzate poco anche per non andare incontro a spese eccessive, visto che una lavastoviglie consuma abbastanza.


Contatti:

Contatti:

Leggi anche