Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Come togliere la resina dai vestiti: i rimedi per tutti i tessuti
Istruzioni pratiche

Come togliere la resina dai vestiti: i rimedi per tutti i tessuti

bucato perfetto
resina sui vestiti

Rimuovere le macchie ostinate dai vestiti può essere complicato. La macchia di resina è una delle più difficili da combattere.

Ci sono macchie davvero ostinate, di quelle che attecchiscono soprattutto al momento sbagliato sul posto sbagliato, magari su quella camicetta di lino che tanto ci piace o sulla nostra gonna nuova di seta. Con l’arrivo della bella stagione che ci permette di poter trascorrere più tempo all’aperto, nei giardini dei nostri amici o di fare i picnic nei parchi della nostra città, aumenta il rischio di macchie ostinate come l’erba o il terreno. Tra queste quella più difficile da togliere dai vestiti è senza dubbio la resina.

Resina sui vestiti: i rimedi più efficaci

La resina naturale è una delle sostanze prodotte dalle piante che originariamente liquida tendono a diventare solida. In natura esitino resine consistenti (usate per lacche), balsami (dalla consistenza viscosa, dal sapore acre, ma dall’odore gradevole tanto da essere utilizzato in campo cosmetico e per prodotti farmaceutici), Oleoresine (molto simili ai precedenti ma più fluidi e provengono dai pini, vengono utilizzati per inchiostri, colle ed adesivi) infine le gommoresine.

Per questa natura così appiccicosa della resina è notevolmente difficile rimuoverne le macchie ma ci sono alcuni trucchetti casalinghi facili e veloci. Molto lo fa il prodotto utilizzato e il materiale sul quale la macchia ha presa.

Utilizzare l’olio d’oliva è il classico rimedio tramandato da generazione in generazione, basta tamponare con uno straccetto impregnato d’olio il capo macchiato per notare come in poco tempo la macchia andrà via. Infatti, la natura oleosa dell’olio d’oliva annulla il potere appiccicoso della resina. L’unico inconveniente è che così facendo rimarrà la macchia d’olio che dovrà essere trattata in un secondo momento. In questo caso basterà far agire per un’ora il borotalco sulla macchia e poi lavarlo con abbondante acqua e sapone di marsiglia.

Il metodo di cui sopra potrebbe non bastare sui capi bianchi, in questo caso basterà agire con un panno imbevuto di acqua raggia,l’essenza di trementina o ancora alcool 90 gradi.

Se i capi sono colorati basterà intervenire con sapore di marsiglia ed acqua tiepida con l’aggiunta di succo di limone. Far agire 15 minuti e mettere in lavatrice. Il capo sarà come nuovo e avrete un bucato sempre bianco e perfetto.

Resina: come trattare i tessuti particolari

Il jeans è sicuramente il materiale che più spesso utilizziamo, quello più comune e per questo più esposto alla possibilità di macchiarsi. Per fortuna il jeans è un materiale molto resistente, basterà ghiacciare la resina mettendo i capo in freezer o accanto a del ghiaccio e provare a staccarlo. Oppure in alcuni casi sarà necessario intervenire usando della carta di giornale posta sulla resina poi passare il ferro da stiro rovente sul foglio di giornale per notare che la resina con il calore si scioglierà trasferendosi sul foglio.

Su capi molto delicati come la seta, sarà necessario agire con cautela per evitare di danneggiare le fibre, il risultato in tal caso non sarà garantito come i precedenti, ma tentar non nuoce.

Sarà possibile apportare dell’olio di lavanda e poi con una siringa aggiungere sul punto colpito dalla resina una miscela di aceto e bicarbonato. Una volta applicato si dovrà aspettare un’ora e poi immergere in acqua tiepida con abbondante sapone di marsiglia. In extremis sarà possibile agire anche con un composto di acqua raggia e alcool che scioglierà immediatamente la resina.

© Riproduzione riservata

Leggi anche