×

Che ruolo ha e quanto guadagna un infermiere in Italia

La professione dell'infermiere prevede molte responsabilità. Scopri a quanto corrisponde uno stipendio.

infermiere lavoro
stipendio infermiere

Se aspiri a diventare infermiere probabilmente ti stai chiedendo quanto guadagnerai una volta iniziato a lavorare. Ci sono numerosi fattori e variabili che influiscono sullo stipendio di un infermiere. In generale si può affermare che sia nel pubblico pubblico che nel privato, al giorno d’oggi, un infermiere guadagna più o meno 1500 euro netti al mese. Ricordiamo però che gli inquadramenti contrattuali degli infermieri possono cambiare e con questi anche le retribuzioni.

Il ruolo e il guadagno di un infermiere

Il guadagno di un infermiere cambia considerevolmente in base al ruolo che ricopre. Un infermiere semplice di solito svolge mansioni che comportano poche responsabilità e di conseguenza percepisce uno stipendio minore. Un infermiere che lavora all’interno del pronto soccorso o in sala operatoria deve invece fare i conti con maggiori responsabilità e in questi casi può raggiungere guadagni di 2000 euro netti al mese.

Al vertice della piramide infine vi sono gli infermieri che ricoprono posizioni dirigenziali i quali possono percepire guadagni mensili di ben 3000 euro netti.

Se lavorano nel settore pubblico gli infermieri ricevono uno stipendio in base alla categoria a cui appartengono. Nel privato la questione è diversa. Dipendendo dall’azienda in cui si trovano le differenze possono essere infatti considerevoli. Le paghe più basse di solito si trovano tra gli infermieri di Onlus e cooperative. Vi sono inoltre anche gli infermieri che decidono di aprire la partita IVA esercitando la loro professione come liberi professionisti. Come si può notare i contratti possono essere molto diversi da loro, ma vi sono anche altri fattori in gioco.

Turni e festività di un infermiere

Il guadagno di un infermiere è ovviamente soggetto anche a molte altre variabili.

È normale che gli infermieri lavorino su turni, di notte, durante giorni festivi o debbano fare straordinari. Ad esempio, a seconda che l’infermiere abbia un turno fisso o che abbia continui cambiamenti di turno, gli verrà riconosciuto un minore o maggiore guadagno. A questo vanno aggiunti altri fattori come l’anzianità, eventuali straordinari, supplementi per notti e festivi, e così via. Tutti questi fattori comportano sempre un aumento notevole nella loro paga a fine mese e solo tenendo in conto di tutte queste variabili è possibile avere un’idea approssimativa di quanto guadagna un infermiere.

In conclusione, se volete sapere quanto guadagna un infermiere dovete tenere in mente che vi sono molte variabili in gioco. Se volete intraprendere questa professione ricordatevi che l’inquadramento contrattuale può cambiare notevolmente e di conseguenza anche i vostri guadagni.

Di certo troverete la forma contrattuale più consona alle vostre esigenze per praticare la professione di infermiere.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche