×

Gwyneth Paltrow, Brad Pitt la difese da Harvey Weinstein

Gwyneth Paltrow ricorda di essere stata vittima di Weinstein. "Brad Pitt mi difese, minacciandolo".

Gwyneth Paltrow
Gwyneth Paltrow

In seguito alle vicende del caso Weinstein, Hollywood non sarà mai più come prima. A tornare sull’accaduto, è l’attrice Gwyneth Paltrow. In un’intervista televisiva, infatti, ha raccontato di come Brad Pitt, il fidanzato di allora, la difese minacciando coraggiosamente l’ex produttore della Miramax.

Le parole di Gwyneth Paltrow

Gwyneth Paltrow descrive come un vero eroe il suo fidanzato di allora. Così, in diretta all’Howard Stern Show, l’attrice ha rivissuto un vecchio ricordo. Ha raccontato di quando, nel 1995 l’ex marito di Angelina Jolie mise al muro Harvey Weinstein. “Se fai stare male ancora Gwyneth, ti uccido!“: queste sarebbero state le parole rivolte al produttore. A quel tempo Pitt e la Paltrow erano innamorati e l’attrice gli aveva da poco confidato di aver ricevuto dal produttore pesanti avance sessuali.

La confessione della Paltrow all’allora compagno Brad Pitt è avvenuta oltre 20 anni fa.

Proprio nel maggio del 1995, era avvenuto il confronto tra Weinstein e l’attore americano. Stando a quanto recentemente rivelato dalla Gwyneth, lo scontro tra i due si è verificato in occasione della prima della pièce “Hamlet” a Broadway, insieme con Ralph Finnes e Damian Lewis. L’anno passato, a distanza di pochi mesi dallo scandalo Weinstein, l’attrice aveva confessato quanto da lei subito, senza svelarne però i particolari.

A teatro, quella sera del 1995, Pitt aveva avvicinato il produttore e lo aveva affrontato senza esitazione, minacciandoli con toni e modi molto forti e severi.

Gwyneth Paltrow

Gwyneth vittima di Weinstein

All’epoca dei fatti, Gwyneth era una giovanissima 22enne. Aveva appena firmato per il ruolo principale in Emma, film prodotto dalla Miramax dei fratelli Weinstein. Harvey aveva subito colto l’occasione invitandola in un albergo. “Avremmo dovuto parlare del film, invece ha cominciato a massaggiarmi”, ha rivelato la Paltrow. Poi ha aggiunto: “Mi ha chiesto di raggiungerlo nella sua camera da letto”. La reazione spaventata dell’attrice l’ha salvata: si è rifiutata ed è scappata via. La vicenda però l’ha turbata profondamente. La donna è rimasta sconvolta dall’atteggiamento di colui che credeva essere “il buon zio Harvey”.

Weinstein infatti le aveva fatto promettere di non parlare con nessuno dell’accaduto. Lei però aveva confessato tutto alla sua dolce metà, Brad Pitt.

Gwyneth ha mantenuto tutto segreto fino a quando il caso Weinstein non è finalmente scoppiato. “Siamo in un momento in cui le donne hanno bisogno di inviare un chiaro messaggio che questo modo di trattare le donne è finito”, ha dichiarato l’attrice.

Rimasta fortemente impaurita, aveva chiesto aiuto al suo fidanzato. “Un paio di giorni dopo la mia confessione andammo a un’inaugurazione a Hollywood. C’era anche Weinstein”, ha raccontato durante il programma radiofonico di Howard Stern. Quindi ha aggiunto: “A quel punto Brad lo spinse energicamente contro il muro. Poi gli disse: se la metti ancora a disagio, ti uccido“.

A distanza di anni e nonostante la fine della loro relazione d’amore, Gwyneth continua ad apprezzare il gesto compiuto da Pitt. “È stato fantastico, ha sfruttato la sua fama e il suo potere per proteggermi, in un momento in cui io non avevo ancora nessun potere”, ha confidato con dolcezza.

Gwyneth Paltrow

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.


Contatti:

Contatti:
Asia Angaroni

Nata a Varese, classe 1996, è laureata in Comunicazione. Collabora con Notizie.it.

Leggi anche