Halloween, ecco 10 grandi film horror da rivedere in questi giorni
Halloween, ecco 10 grandi film horror da rivedere in questi giorni
Cinema

Halloween, ecco 10 grandi film horror da rivedere in questi giorni

halloween

Riguardare un grande film horror può essere un ottimo modo per festeggiare Halloween. Ecco qualche consiglio su quali film rivedere in questi giorni.

Film horror ad Halloween. Niente di più indicato per gli amanti del brivido. L’horror è un genere che ha impegnato molti grandi registi e, in alcuni casi, le pellicole girate sono veri e propri capolavori.

“The Ring”. Diretto nel 2002 da Gore Verbinski (remake di un originale giapponese), è un esempio perfetto di thriller – horror. Con Naomi Watts alle prese con la malvagia Samara e con scene da antologia del genere.

“Profondo Rosso” (1975). Capolavoro di Dario Argento che tiene incollati allo schermo ancora oggi, a quarant’anni dalla realizzazione. Un grande classico.

“L’esorcista” (1973). Tratto dal romanzo di William Peter Blatty, fu diretto da William Friedkin. Tuttora l’esempio migliore di horror satanico: alcune trovate risentono del tempo, ma resta un film disturbante.

“Non aprite quella porta”. Strepitoso film indipendente girato nel 1974 dal grande Tobe Hooper: la prima sequenza in cui compare Leather Face è indimenticabile.

“Babadook” (2014). Recente e atipico horror diretto dalla regista Jennifer Kent che esplora le distorsioni e la forza del rapporto fra madre e figlio.

Da molti è giudicato il miglior horror degli ultimi anni.

“The Others”. Alejandro Amenabar dirige Nicole Kidman in un film del 2001 che mantiene un livello di tensione così alto e per così tanto tempo da risultare persino snervante.

“Nightmare – dal profondo della notte”. Primo episodio della saga di Freddy Krueger diretto da Wes Craven nel 1984. E’ un film che risente molto degli anni, ma resta cruciale nella storia del genere. Esordio cinematografico per Johnny Depp.

“Venerdì 13” (1980). Non può mancare anche il primo episodio della saga di Jason. Diretto da Sean Cunningham, si basa in parte su fatti reali.

“L’uomo lupo”. Capostipite dei film sui licantropi, girato nel 1941 da George Waggner. Grande classico, nonostante gli effetti speciali e i dialoghi che ormai fanno sorridere.

“Dr. Jekyll e Mr. Hyde”. Ancora più indietro nel tempo c’è questo film muto diretto nel 1920 da John Robertson. Materiale per cinefili, non c’è dubbio, eppure ci sono alcuni dettagli che riescono ancora a turbare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche