×

Handmaid’s Tale: il futuro distopico del romanzo diventa una serie tv

default featured image 3 1200x900 768x576

In “Handmaid’s Tale”, serie tv dal romanzo di Margaret Atwood, gli Stati Uniti diventano una tirannia religiosa. E le donne perdono nome, diritti e libertà.

Una nuova serie tv si profila all’orizzonte sul servizio di streaming americano Hulu che, in questi giorni, ha ufficialmente rilasciato il trailer di “The Handmaid’s Tale”.

La serie è liberamente ispirata al romanzo “Il racconto dell’ancella” di Margaret Atwood. L’ambientazione è quella di una realtà distopica di un possibile (nonché inquietante) futuro reale dove una teocrazia totalitaria ha rovesciato il governo degli Stati Uniti. E dove le donne vengono sottomesse, asservite soltanto a funzioni riproduttive. Il romanzo della Atwood aveva già avuto una versione cinematografica, nel 1990, un’opera lirica, un dramma teatrale e un balletto.

Ora sarà il nucleo centrale di una serie tv ideata da Bruce Miller e Ilene Chaiken e sarà composta da 10 episodi. Margaret Atwood sarà presente come consulente.

La narrazione inizia in un futuro non temporalmente specificato. Qui, un gruppo estremista che si fa chiamare “Sons of Jacob” uccide il Presidente degli Stati Uniti e una buona parte del Congresso, sospendendo la Costituzione per riportare l’ordine. L’idea di base porta il nome di Repubblica di Giled, una teocrazia militare basata sull’Antico Testamento.

La prima cosa che il gruppo compie è togliere ogni diritto alle donne e dividrle in classi con scopi specifici. La protagonista sarà Offred, interpretata da Elisabeth Moss. Offred appartiene alla classe delle cosiddette Handmaids, ancelle. Il loro unico scopo è la riproduzione per gli appartenenti alla classe dominante, dal momento in cui le nascite sono in calo a causa di una sterilità causata dall’inquinamento e dalle malattie sessuali. La donna diventa l’ancella del comandante Fred (Joseph Fiennes), la cui moglie Serena (Yvonne Strahovski) è sterile.

La svolta avviene quando a Offred viene assegnata una compagna, Ofglen (Alexis Bledel. La ragazza, figura che resta comunque ambigua per tutta la narrazione, le rivelerà l’esistenza di una resistenza sotterranea. Amica o spia?

Contents.media
Ultima ora