×

Hashi Omar Hassan, assolto per l’omicidio di Ilaria Alpi, è stato ucciso da una bomba

Una bomba sotto il sedile dell'auto ha ucciso Hashi Omar Hassan, assolto per l'omicidio di Ilaria Alpi. L'azione non è stata rivendicata.

Hashi Omar Hassan

Hashi Omar Hassan, somalo che era stato condannato e poi assolto per l’omicidio di Ilaria Alpi, è stato ucciso da una bomba collocata sotto il sedile della sua auto. L’azione non è stata ancora rivendicata.

Hashi Omar Hassan, assolto per l’omicidio di Ilaria Alpi, è stato ucciso da una bomba

Una bomba posizionata sotto il sedile dell’auto ha ucciso Hashi Omar Hassan, il somalo che era stato condannato e poi assolto per l’omicidio di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, reporter uccisi il 20 marzo 1994 a Mogadiscio, mentre lavoravano ad un’inchiesta sui traffici di rifiuti e armi. L’uomo era stato condannato in secondo grado e in Cassazione per aver fatto parte del commando che uccise i giornalisti, ma con un ricorso è stato assolto, dopo 17 anni di reclusione.

Lo Stato italiano lo ha risarcito con 3 milioni di euro. L’inchiesta sulla morte di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin va avanti. Secondo le prime ricostruzioni, a causare l’esplosione è stato uno ied, ordigno esplosivo improvvisato, posizionato nella sua auto. L’azione non è stata rivendicata, ma il modus operandi sembra quello dei militanti di al Shabab, gruppo terroristico di matrice jihadista.

La storia

Hassan, tornato libero dopo 17 anni di carcere, sognava di avviare un’attività di import-export.

Si è sempre proclamato innocente e una volta scarcerato desiderava fare qualcosa per la Somalia e per la sua famiglia. “Non c’è alcun collegamento tra la morte di Hassan con quanto avvenuto a Ilaria e Miran” ha dichiarato l’avvocato Tonino Moriconi. “Lo hanno ammazzato a scopo di estorsione. Sono persone in cerca di soldi per gli attentati, lui li aveva per il carcere patito in Italia” ha spiegato il legale.

I tre milioni ricevuti lo hanno ammazzato. I terroristi lo hanno saputo e dopo qualche estorsione, a cui Hassan non ha ceduto, lo hanno fatto saltare in aria. La tecnica del suo attentato dice tutto” ha aggiunto. La Federazione nazionale della Stampa, l’Ordine dei giornalisti e l’Unione sindacale dei giornalisti Rai chiedono che venga fatta chiarezza. Verrà depositata la richiesta ufficiale alla Procura di Roma, tramite l’avvocato Giulio Vasaturo, “per sollecitare indagini sulle dinamiche dell’attentato, anche al fine di verificare eventuali legami questo delitto e l’inchiesta sull’omicidio Alpi-Hrovatin“. “Siamo molto turbati dalla tragica uccisione di Hashi, faremo di tutto per far luce sullo scenario dietro l’assassinio di Hassan. Sono numerose le morti misteriose legate a questo caso, come quella dell’autista di Ilaria, Ali Abdi, il cui cadavere venne ritrovato in un albergo di Mogadiscio poco la sua testimonianza. O anche Starlin Arush, attivista somala amica dell’inviata del Tg3, uccisa nel 2003 da un commando di sicari a Nairobi” ha aggiunto il legale.

Contents.media
Ultima ora