Hitler padrino di battesimo di Edda Goering: le foto
Hitler padrino di battesimo di Edda Goering: le foto
Lifestyle

Hitler padrino di battesimo di Edda Goering: le foto

hitler

Hitler regalò il vestitino alla piccola Edda, figlia di Hermann Goering: era il novembre 1938, un anno prima della seconda guerra mondiale

Qualche anno fa in Gran Bretagna è stato battuto all’asta un vestitino da bambina davvero speciale. Si trattava dell’abito indossato dalla piccola Edda, figlia del feldmaresciallo nazista Hermann Goering, nel giorno del suo battesimo. Fin qui può sembrare che non ci sia nulla di eclatante, se non fosse che a donare l’abitino alla bimba fu niente meno che Adolf Hitler in persona. Il quale vestì anche i panni di padrino di battesimo. Era il 4 novembre 1938 e dopo meno di un anno la Germania avrebbe invaso la Polonia. E avrebbe dato inizio allo scoppio della seconda guerra mondiale

Battesimo Edda

Gli scatti mostrano un Hitler sorridente vicino alla bambina e ai suoi genitori nella chiesa in cui era avvenuta la cerimonia. Il rito fu celebrata a Carinhall, residenza di Goering nella foresta di Schorfheide, a nord-est di Berlino. Il vestitino, corredato da svastiche ricamate, è stato conservato per molti anni da un collezionista.

Il quale lo ricevette dall’inserviente di un ufficiale dell’aviazione nazista.

Hitler padrino di battesimo

Hitler al battesimo di Edda: mancavano 5 giorni al disastro mondiale

Solo cinque giorni dopo il battesimo della piccola Edda, i nazisti avrebbero iniziato il pogrom contro gli ebrei in Germania, Austria e Cecoslovacchia, noto alla storia come la Notte dei cristalli. Fino al 13 di novembre dello stesso anno furono distrutti cimiteri, sinagoghe, negozi e case della comunità ebraica. Le vittime superarono le 1300 persone. Nelle settimane seguenti circa trentamila ebrei furono deportati nei campi di concentramento di Dachau, Buchenwald e Sachsenhausen. Ma cosa ne è stato poi di Edda Goering? Alcune fonti dicono che si sia trasferita in Sudafrica anni dopo la fine del conflitto mondiale. Suo padre, nominato nel 1935 comandante in capo della Luftwaffe, venne condannato a morte per crimini di guerra nel processo di Norimberga nel 1946. Ma l’uomo preferì suicidarsi prima della sua esecuzione per impiccagione.

Edda Goering

Secondo altre indiscrezioni Edda Göring avrebbe mantenuto una certa simpatia per il mondo nazista. Il padre era per lei, come per chiunque altro figlio, una figura di culto. La donna, come molti insieme a lei, nega la verità della “soluzione finale”. Queste persone portano avanti l’ideologia nazista curando le loro case-museo. Lo stesso fa Wolf Rüdiger Hess, che farà visita al padre nel carcere a vita di Spandau per più di cento volte, ne sosterrà le posizioni. La sua condanna, spiega l’uomo, non era secondo lui corretta.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche