H&M sotto accusa per la collezione ispirata a "Uomini che odiano le donne" - Notizie.it
H&M sotto accusa per la collezione ispirata a “Uomini che odiano le donne”
Shopping

H&M sotto accusa per la collezione ispirata a “Uomini che odiano le donne”


Ha riscosso molto successo la linea di abbigliamento lanciata da H&M e ispirata al film, tratto dal libro omonimo, “Gli uomini che odiano le donne”.
Ma sembra che la collezione abbia suscitato non poche polemiche.
In prima linea troviamo un articolo intitolato “Lettera aperta a H&M da una sopravvissuta allo stupro”, scritto dalla rinomata blogger Natalie Karneef.
Nel testo Natalie Karneef sostiene che la scelta dei vestiti per Lisbeth Salander, il personaggio del libro, deriva da una vita costellata di violenze e abusi.
“Lisbeth è passata attraverso l’inferno” scrive la giornalista “e il suo abbigliamento è la sua armatura. Questa è la sua scelta, ed è una scelta comprensibile. Ma il renderlo glamour è come rendere fashion la violenza sessuale e la rabbia e la paura che lascia dietro di sé.
In una dichiarazione al Wall Street Journal, un portavoce di H & M ha scritto, “Abbiamo letto la lettera aperta di Natalie Karnefwe, ci dispiace se lei o qualcuno è stato offeso dalla collezione creata da Trish Summerville.

Questo non è in alcun modo è il nostro intento. La collezione è ispirata al film e al personaggio di Lisbeth Salander e anche se pensiamo che Lisbeth sia una donna forte, non stiamo cercando di rappresentare il suo specifico”.
Il portavoce ha continuato: “Il nostro obiettivo è quello di offrire piuttosto una linea che piacerà a molti clienti. Noi non vogliamo vedere questa collezione come provocatoria, ma anzi vogliamo fare in modo che contenga pezzi che sono già negli armadi di molte persone: Jeans, giacche da motociclista e t-shirt. Tutto si basa su come si indossano. Incoraggiamo i nostri clienti a trovare il loro personale modo di indossare i nostri prodotti. “

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche