Hotel Mandarin Milano, lite con escort: denunciato uomo d'affari per molestie sessuali
Hotel Mandarin Milano, lite con escort: denunciato uomo d’affari per molestie sessuali
Milano

Hotel Mandarin Milano, lite con escort: denunciato uomo d’affari per molestie sessuali

Hotel Mandarin Milano
Hotel Mandarin Milano, lite con escort: denunciato uomo d'affari per molestie sessuali

Hotel Mandarin Milano: una escort marocchina denuncia per molestie sessuali un sessantenne degli Emirati Arabi; alle Forze dell'Ordine i due raccontano versioni diverse

Hotel Mandarin Milano una escort denuncia per stupro un uomo d’affari degli Emirati Arabi: nell’hotel scoppia la lite e volano insulti. l’Hotel Mandarin è uno degli alberghi più lussuosi di Milano, ma non per questo esente da episodi come quello che è accaduto la scorsa notte e che ha portato all’arrivo dei Carabinieri nella struttura. A chiamarli è stata una giovane escort che ha affermato di aver subito violenza sessuale da un sessantenne, ospite dell’Hotel Mandarin di Milano, con passaporto degli Emirati Arabi. L’incontro tra i due era stato concordato, ma la lite è scoppiata quando è stato il momento del pagamento: due le versioni, con la escort che sostiene di aver subito violenza e l’uomo che, invece, controbatte sul prezzo, che sarebbe stato aumentato rispetto al pattuito.

Hotel Mandarin Milano

Il prestigioso Hotel Mandarin di Milano è stato teatro, la scorsa notte, di una lite furibonda tra una giovane escort marocchina e un sessantenne proveniente dagli Emirati Arabi.

I due si erano accordati per un incontro, che si è svolto nella suite dell’uomo, ma poi, al momento del pagamento è scattato il diverbio. La donna, a quel punto appurato che l’uomo non avrebbe pagato quanto chiedeva, ha chiamato il 118 dicendo di essere stata violentata da un sessantenne con passaporto degli Emirati Arabi. Sul posto sono giunti sia i soccorsi che le Forze dell’Ordine che hanno tentato di ricostruire l’accaduto.

Arrivati all’Hotel Mandarin di Milano gli uomini dell’Arma hanno trovato i due ancora insieme. Mentre la donna riceveva i primi soccorsi dai volontari del 118 e continuava ad affermare di essere stata violentata dall’arabo, l’uomo veniva interrogato dalle Forze dell’Ordine: le versioni fornite dai due non combaciano. Secondo la ricostruzione i due sarebbero stati insieme nella suite, prenotata a nome dell’uomo d’affari degli Emirati Arabi: una camera da 100 metri quadrati che costa tra i 6.000 e i 7.000 euro a notte.

Poi le versioni dei fatti si dividono e gli inquirenti stanno indagando su quale sia quella veritiera.

La doppia versione

All’una di notte arriva la chiamata al 118: una donna, dalla voce di origine marocchina, afferma di essere stata violentata da un uomo proveniente dagli Emirati Arabi e di trovarsi con lui all’Hotel Mandarin di Milano. Sul posto intervengono soccorsi e Forze dell’Ordine. Secondo la versione dei fatti raccontata dalla marocchina, una giovane escort, l’uomo avrebbe abusato di lei, compiendo una violenza sessuale.

Diverso il racconto dell’uomo d’affari proveniente dagli Emirati Arabi. Il sessantenne ha, infatti, raccontato ai Carabinieri di essere stato d’accordo con la ragazza per l’incontro che si è svolto nella camera dell’hotel Mandarini di Milano. Non nega la lite che, però, sarebbe scaturita al momento del pagamento della escort. La ragazza, infatti, secondo la versione dell’uomo, avrebbe richiesto un pagamento superiore a quello che era stato concordato per la prestazione.

A quel punto l’uomo si era infuriato e la ragazza avrebbe chiamato i soccorsi, denunciando la violenza. Saranno le indagini a chiarire i controversi aspetti della vicenda.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche