×

I Carabinieri fermano un 16enne che spacciava vicino ad un asilo

Droga in provincia di Monza in possesso di un minore e ceduta nei pressi di un nido: i Carabinieri fermano un 16enne che spacciava vicino ad un asilo

I Carabinieri intercettano un giovanissimo pusher

I Carabinieri di Seregno fermano un 16enne che spacciava vicino ad un asilo nido: secondo quanto riportato dai media i militari hanno intercettato il giovane dopo averlo visto cedere la droga ad alcuni coetanei che si erano riuniti in gruppetto davanti alla struttura pre scolare. 

Un 16enne spacciava vicino ad un asilo: quel capannello vicino ai locali e davanti ad un bar

I fatti si sono verificati intorno alle 8 di mattina di ieri, sabato 12 febbraio. Un equipaggio dell’Arma si trovava in perlustrazione in una zona dove “sono presenti vari istituti scolastici di ogni livello”. E nei pressi di un bar posto proprio davanti a un asilo nido i carabinieri impegnati in quel servizio hanno notato che alcuni giovanissimi “raccolti in capannello con lo zaino in spalla e dentro i libri per le lezioni, si atteggiavano con fare furtivo e sospetto”. 

L’arrivo della pattuglia del 112 ed il fuggi fuggi generale dei giovanissimi

La scena ha fatto insospettire i militari dell’Arma, che hanno accostato sul ciglio della strada ed hanno “puntato” quello che fra i giovanissimi sembrava il più “accerchiato” dall’interesse degli altri. Dopo che gli altri si sono dileguati in un “fuggi fuggi generale” il ragazzo è stato perquisito

Addosso al 16enne hashish, bilancino, coltellino da taglio e contanti: denunciato a piede libero 

Era in possesso di una confezione di cellophane “con circa 7 g di hashish, un bilancino elettronico, 90 euro in contanti e un coltellino, tutti sequestrati”.

La velina dell’Arma spiega in chiosa che “il minore, 16 anni compiuti il giorno prima, è stato quindi portato in caserma dove è stato raggiunto dai genitori e, dinanzi a loro, al termine delle formalità di rito, è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti”. 

Contents.media
Ultima ora