×

I detenuti lo picchiano: aveva torturato suo figlio

Tony Smith è stato picchiato dagli altri detenuti nel carcere di Swaleside. L'uomo era stato condannato a 10 anni per aver torturato suo figlio.

I detenuti lo picchiano: aveva torturato suo figlio

Tony Smith è stato picchiato dagli altri detenuti nel carcere di Swaleside sull’isola di Sheppey, nel Kent, nel Regno Unito. L’uomo era stato condannato a 10 anni di reclusione per aver torturato suo figlio di 41 giorni.

La giustizia dei detenuti

I 10 anni di reclusione sarebbero sembrati troppo pochi per i detenuti della prigione di Swaleside. Così, appena avuta l’occasione, i carcerati hanno sequestrato il nuovo arrivato, Tony Smith, e gli hanno dato una lezione. L’uomo avrebbe riportato una frattura al cranio, mascella spezzata e costole rotte. Una punizione brutale, durata ben 4 ore. Tony Smith è stato condannato a 10 anni per aver abusato e massacrato il figlioletto di appena 41 giorni.

Le violenze hanno provocato al piccolo ferite talmente gravi che è stato necessario amputargli le gambe.

Indagini in corso

La ricostruzione degli inquirenti prende le mosse dal sequestro: 2 detenuti hanno placcato Smith, lo hanno legato a una sedia per poi colpirlo ripetutamente con un’arma improvvisata: delle scatolette di tonno infilate in una calza. Fanpage riporta che alcune fonti interne al carcere avrebbero asserito che l’uomo non avrebbe dovuto trovarsi a contatto coi detenuti, ma sarebbe dovuto essere trasferito in un’ala isolata del carcere.

Se non fosse stato per l’intervento della polizia del penitenziario, la tortura sarebbe andata avanti. Son in corso le indagini per stabilire la dinamica, i moventi e come si debba procedere per la messa in sicurezza della vittima, invisa ai detenuti.

Contents.media
Ultima ora