> > I familiari della nonna morta sotto un camion: "Viveva per i nipoti"

I familiari della nonna morta sotto un camion: "Viveva per i nipoti"

Camion

Carla Viganò è morta gettandosi sotto un camion per salvare il suo amato nipotino. I familiari hanno spiegato che la donna viveva per i suoi nipoti.

Carla Viganò viveva per i suoi nipoti, come hanno spiegato i suoi familiari.

E proprio per salvare la vita al suo nipotino si è gettata senza esitare sotto un camion. 

I familiari della nonna morta sotto un camion: “Viveva per i nipoti”

Carla Viganò è morta a 73 anni dopo essersi gettata sotto un camion per salvare il suo nipotino di otto anni, a Casatenovo, in provincia di Lecco. “Viveva per i nipoti” hanno raccontato i parenti e gli amici della donna travolta dal camion.

La 73enne stava portando il nipotino a scuola, nella frazione di Rogoredo. Al momento dell’impatto erano sulle strisce pedonali, quando la donna ha visto arrivare il tir, ha lasciato la mano del bambino e lo ha spinto via. Il conducente non è riuscito ad evitare l’impatto. La prima persona che ha soccorso la donna è stata un’infermiera che aveva appena finito il turno. Nonostante l’intervento dei soccorritori, per la donna non c’è stato nulla da fare.

Il bambino era in stato di choc ma illeso ed è stato portato via da alcuni volontari. 

Il ricordo di amici e parenti

Sono arrivati tanti messaggi di cordoglio per la donna. “Per noi degli ’90, piccoli vandali di Campofiorenzo che, tra una partita di pallone e qualche marachella, hanno avuto il piacere di conoscerla come insegnante di catechismo, riusciva a comunicare con noi giovani ragazzini usando le parole non della chiesa, ma di una donna consapevole, altruista e benevola, accompagnando le parole ai fatti, volontariato, carità, sempre nel silenzio, quasi a voler sminuire il suo infinito altruismo” ha scritto un utente sul gruppo “Sei di Casatenuovo se…

“. “Questa volta purtroppo il tuo gesto lo hanno visto in milioni, e ancora una volta non ti sei smentita…te ne sei andata come hai vissuto…per gli altri…anzi per il tuo nipotino che da oggi avrà nel cielo l’angelo migliore che si possa immaginare…ovunque andrai, buon viaggio maestra e un abbraccio” si legge ancora nel post. Domani alle 10.30 nella chiesa di Campofiorenzo si svolgeranno i funerali. I familiari hanno chiesto di contribuire con donazioni che saranno inviate per l’operazione Mato Grosso.