I giornalisti e il vuoto informatvo - Notizie.it
I giornalisti e il vuoto informatvo
Economia

I giornalisti e il vuoto informatvo

La televisione, i giornali, i blog, in poche parole tutto quello che riguarda il mondo dell’informazione in Italia è proiettato in notizie banali che riguardano la quotidianità in maniera marginale, incapace di fornire un’interpretazione indipendente e scevra da quello che accade nel panorama politico italiano e mondiale.
Uno dei più importanti e prestigiosi quotidiani italiani, nelle sue pagine principali che comprendono la politica, gli esteri, l’economia, la cronaca e la società, si fotografa un vuoto informativo a tutti gli effetti. Basti pensare che si fornisce una notizia di politica, che politica non è, il caso Ruby, una di economia, la Fiat, una degli esteri, la Tunisia e la sua rivoluzione in atto, due o tre di cronaca, due di costume e società. Il mondo ha vissuto solo questi momenti? Non esiste altro?
I giornalisti che fanno informazione, parlano delle stesse cose, danno le stesse notizie, citano le stesse persone, in poche parole propongono uno scenario comune che non si discosta da un giornale all’altro, fotocopia della fotocopia.

Cosa accade nel resto del mondo? La riduzione delle notizie, delle immagini, dell’informazione ha lasciato sempre più il posto allo spettacolo, ai fuochi d’artificio continui, svuotando quello che è veramente il compito del giornalista che è quello d’inseguire la verità, la notizia e il dovere d’informazione, in poche parole ha perso la sua vocazione originaria.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche