Ti senti teso? Ecco i migliori prodotti per il massaggio
Ti senti teso? Ecco i migliori prodotti per il massaggio
Wellness

Ti senti teso? Ecco i migliori prodotti per il massaggio

massaggio

Eseguire un massaggio su se stessi è meno difficile di quanto si pensi, a patto di usare strumenti che permettano di raggiungere anche i punti più difficili.

Il massaggio è un modo semplice e naturale per alleviare lo stress e le tensioni muscolari dovute a traumi, posture scorrette o sforzi eccessivi. Naturalmente per eseguire un massaggio di base sono sufficienti le proprie mani, un olio apposito e una buona conoscenza delle tecniche fondamentali, ma per un risultato ancora più efficace è possibile ricorrere a prodotti specifici che consentono di esercitare la giusta pressione anche nell’automassaggio o in punti del corpo particolarmente difficili da raggiungere.

Massaggiatore in legno per riflessologia

Se ti stai avvicinando per la prima volta al meraviglioso mondo del massaggio e dell’automassaggio, tra i primi strumenti che ti consigliamo di acquistare c’è senza dubbio un massaggiatore in legno per la riflessologia. Si tratta di strumenti tanto semplici quanto efficaci, disponibili in diverse forme ma accomunati dalla presenza di spigoli più o meno appuntiti che consentono di esercitare una maggiore pressione su piccole aree del corpo.

Stimolando dei punti ben precisi è possibile agire a livello di riflessologia (come nel caso della famosa riflessologia plantare, secondo cui a ogni punto del piede corrisponde un organo del corpo) o più semplicemente sciogliere una contrattura particolarmente ostinata.

Esistono anche dei pratici kit che consentono di avere a disposizione una buona scelta di strumenti a un prezzo contenuto, dal semplice bastoncino fino agli attrezzi a più punte da stringere nel palmo della mano per alleviarne le tensioni. Il vantaggio del legno risiede nella facilità con cui scivola sulla pelle e nel suo naturale calore, a differenza di strumenti realizzati in altri materiali.

Bastone per massaggio

Un altro utile strumento è il bastone da massaggio, formato da due impugnature laterali e da una parte centrale che ruota sul suo asse. Tenendo saldamente le impugnature e facendo scorrere la parte centrale del bastone sui muscoli è possibile eseguire un efficace automassaggio anche su zone difficili da raggiungere, come il retro del polpaccio o la parte centrale della schiena. Tuttavia il bastone può essere anche utilizzato per massaggiare un’altra persona.

Per utilizzarlo al meglio ti consigliamo di partire con una pressione leggera e aumentarla gradualmente, facendo rotolare il bastone almeno una decina di volte su ogni muscolo.

Per le gambe la cosa migliore è partire dal basso e risalire verso l’alto, in modo da favorire la circolazione sanguigna e linfatica e riattivare tutta la muscolatura. Ci vorrà un po’ di tempo, ma i risultati sui muscoli indolenziti saranno incredibili: vale davvero la pena di prendersela con calma e dedicare una mezz’ora al proprio benessere!

Massaggiatore per i trigger point

L’automassaggio può essere realizzato non solo “trascinando” uno strumento sul corpo, come nel caso del bastone, ma anche premendo sui cosiddetti “trigger point“. Si tratta di punti particolarmente contratti e sensibili, delle specie di nodi che irradiano dolore nella zona circostante del muscolo. Puoi riconoscerli facilmente perché al tatto si presentano come nodi duri e doloranti; esercitando pressione su questi trigger point è possibile sbloccarli, con un enorme beneficio per tutto il muscolo colpito.

Per esercitare su te stesso questo tipo di massaggio ti consigliamo di acquistare un automassaggiatore molto lungo e dalla tipica forma a uncino, che consente di raggiungere facilmente qualsiasi punto della schiena e di premere sui trigger point.

La forma ricorda un po’ quella del manico di un ombrello e, per quanto possa sembrare bizzarra, in realtà è davvero perfetta per questo scopo!

Pallina da massaggio

Se cerchi uno strumento piccolo e versatile, magari da poter portare con te in borsa per poter massaggiare le spalle o le gambe dopo una lunga giornata di lavoro o un allenamento in palestra, la pallina da massaggio è quello che fa al caso tuo. Puoi trovarne di due tipi, a seconda delle tue esigenze. Alcune sono delle sfere lisce o ricoperte da piccole punte che, premendo sulle zone contratte, separano le fibre muscolari allentandole; altre invece fuoriescono per metà da un basamento piatto, che permette di appoggiarle al muro o al pavimento.

Questa seconda tipologia si presta a moltissimi utilizzi nell’ambito dell’automassaggio; infatti puoi appoggiare la parte piatta al pavimento in modo che non si sposti e farvi scorrere sopra la parte alta della schiena o il polpaccio.

La riuscita è assicurata! Con uno strumento di questo tipo potrai controllare perfettamente il massaggio, trovando il punto migliore su cui insistere e regolando l’intensità aumentando o diminuendo la pressione del corpo. Più facile a farsi che a dirsi!

Rullo

Infine non possiamo non nominare un grande classico, ampiamente utilizzato anche da chi pratica yoga e pilates: il rullo in gommapiuma, che, grazie ai rilievi sulla sua superficie, permette di massaggiare tutto il corpo in modo delicato, ma efficace. Anche questo può essere annoverato tra gli strumenti di base che non possono mancare nel tuo kit, soprattutto se pratichi spesso attività sportive intense e cerchi un modo rapido e semplice per allentare i muscoli al termine dell’allenamento. Sarà un’esperienza non solo benefica per il corpo ma anche rilassante per la mente!

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche