I parchi divertimento più pericolosi al mondo
I parchi divertimento più pericolosi al mondo
News

I parchi divertimento più pericolosi al mondo

Gli incidenti all'interno dei parchi divertimento sono in continuo aumento. Scopri quali sono i parchi più pericolosi al mondo.

I parchi divertimento possono diventare un vero incubo per tutti i turisti che ci mettono piede. In tutto il mondo, infatti, sono presenti delle strutture che hanno messo e mettono ancora oggi a rischio la salute di tutte le persone che li visitano.

Parchi divertimento pericolosi

Nel corso degli anni, si sta assistendo a sempre maggiori incidenti avvenuti all’interno dei parchi divertimento. Per questo motivo l’allarme sicurezza all’interno di queste strutture è stato stabilito al massimo. Al momento la sicurezza sulle giostre è regolata dalla norma norma ISO 17842 che ha come l’obiettivo principale quello di evitare incidenti sulle giostre. Lo fa attraverso una precisa attenzione particolare alla progettazione ed una scrupolosa valutazione dei rischi.

La diffusione di questa norma, ed il rispetto delle indicazioni e procedure, risulta fondamentale.Si potrà,infatti, contribuire alla maggiore sicurezza nei parchi di divertimento. Questo avverrà soprattutto in quelle aree geografiche nelle quali la vita delle persone è maggiormente a rischio.

La causa principale di questa pericolosità è la poca qualità nei materiali usati per la costruzione delle giostre unite a uno scarso controllo della sicurezza.

Action Park

Il parco divertimenti Action Park , nel New Jersey, lo conoscono in molti, ma non perché considerano il divertimento la sua attrazione principale, anzi. La sua fama, negli anni, è sempre stata quella di essere uno dei parchi divertimento più pericolosi al mondo. Chiuso per 20 anni, nel 2016 Action Park ha riaperto i battenti al pubblico.

Questa bruttissima reputazione è dovuta al fatto che presso le strutture di Action Park ci sono stati non pochi feriti, almeno uno al giorno. Per non parlare delle sei persone morte negli anni Novanta, motivo per cui spinse i proprietari alla chiusura e all’abbandono nel 1999.

Inaugurato nel 1978, per i primi anni il parco ha vissuto un lungo periodo fortunato, con un boom di visitatori. Successivamente, in seguito ai sempre più frequenti incidenti è stato venduto ad una grande catena di resort e ribattezzato con il nome di “Mountain Creek”. Ma ora è tornato in azione con il suo nome originale.
Sebbene molte giostre originali erano ancora in buono stato e funzionanti, sono state – vuoi per timore di essere spolpati dalle compagnie assicurative, vuoi per buon senso – tutte rimosse e sostituite con altre nuove attrazioni.

action park

Dreamland

Un altro parco divertimenti considerato altamente pericoloso è quello di Dreamland.

Purtroppo, all’interno di questo parco, sono decedute 4 persone su un River rapids. Nel mondo ci sono altri esemplari di questa attrazione, realizzati dallo stesso costruttore. Già due parchi hanno deciso di fermare i gommoni fino a che non sia chiara la dinamica dell’accaduto . In sostanza, alla fine delle rapide due gommoni si sono urtati su una scogliera. Il secondo si è capovolto lasciando due persone sott’acqua e due incastrate. Alcuni visitatori hanno affermato che la mattina stessa l’attrazione era stata ferma per 45 minuti, con i manutentori all’opera. La direzione del parco ha affermato che tutte le misure di sicurezza sono state eseguite. Per questo motivo quindi l’incidente è stato solamente causato dalla sfortuna.

dreamland

Carnival

Anche il parco divertimenti Carnival è considerato uno dei più pericolosi del mondo. Questo parco si trova a Omaha, in Nebraska. All’interno di questa struttura un’attrazione ha provocato gravi danni al cuoio capelluto di una bambina, i cui capelli si sono impigliati in una giostra.

Fortunatamente la bambina, dopo numerosi interventi chirurgici, ha recuperato in parte i danni estetici subiti.

Il titolare del Carnival possiede 50 giostre, oltre agli stand gastronomici, la sua famiglia gestisce attrazioni dal 1928. Ken Martin, un esperto nella sicurezza delle attrazioni, ha dichiarato alla stampa americana frasi pesanti. “Ogni Stato ha il suo modo di gestire la vigilanza sulla sicurezza delle attrazioni viaggianti. Non esiste una supervisione federale. Ci sono 50 Stati, ci sono probabilmente 37 diversi tipi di regolamenti per le ispezioni ogni volta che il gioco è installato, e viene ispezionato una volta all’anno , presentando documenti e dimostrando il possesso di una polizza assicurativa”.

omaha

Kishkinta

Anche in India di recente è avvenuto un brutto incidente, in questo caso mortale.E’ avvenuto all’interno del parco divertimenti Kishkinta su una attrazione nuovissima, sulla quale – secondo quanto riportano i magazine indiani, nessuno sarebbe dovuto salire, perché ancora in collaudo.

Sostanzialmente il disco dell’attrazione si è staccato dal carrello trascinandolo sul binario.

In ogni caso l’attrazione è di una bruttezza unica, e non convince neanche la curvatura del binario. Si ripropone anche questa volta il problema del copyright su attrazioni, alcune delle quali sembrano composte da pochi elementi, facilmente riproducibili, ma che invece sono frutto di progettazione e grande tecnica ed esperienza nella realizzazione.

Dai giornali indiani si posso apprendere dei particolari veramente agghiaccianti. A bordo dell’attrazione sono stati costretti a salire, a parco chiuso, giovani addetti alle attrazioni ed alla ristorazione del parco, tra i 17 e i 19 anni, contro la loro volontà. Al posto dei manichini zavorrati – quelli utilizzati durante i test nei collaudi di tutte le attrazioni – si sono utilizzati giovani indiani. Le Autorità indiane hanno arrestato il proprietario del parco ed il general manager.

kishkinta

Per saperne di più

Per conoscere i parchi divertimento in Italia e in Europa, la guida illustra i diversi parchi a tema e musei in cui trascorrere una giornata in famiglia e con gli amici.

Tanti suggerimenti e idee raccolti in Parchi di divertimento, in cui ogni capitolo è dedicato ad una regione e sono descritti i parchi e attrazioni dai meno conosciuti ai più noti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche