I piatti tipici della Sicilia - Notizie.it
I piatti tipici della Sicilia
Guide

I piatti tipici della Sicilia

Pasta con le sarde: sardine fresche, saltate in olio d’oliva extra-vergine, con vino bianco, condite con uvetta, pinoli e mandorle, e finocchietto tritato, poi con la pasta. Il piatto finito viene guarnito con briciole di pane tostato.

Pasta alla Norma: Ampiamente trovata in tutta la Sicilia, questo piatto è composto da pezzi di melanzana lentamente cucinati in una salsa di pomodoro base di timo, origano secco, e il pecorino grattugiato, poi conditi con la pasta e guarnite con ricotta salata.

Involtini di Pesce Spada: rotolini di pesce spada a fette sottili farciti con pinoli, uva passa, pangrattato, filetti di acciughe, succo d’arancia e succo di limone, uova e pecorino grattugiato. I rotoli vengono poi immersi in una miscela di olio di oliva e ricoperto di pangrattato. Vengono poi messi su spiedini con foglie di alloro e fette di cipolla e alla griglia.

Impanata di Pesce Spada: Questa torta è senza dubbio un retaggio degli invasori spagnoli.

Pesce spada, olive, uva passa, pinoli, capperi e formaggio.

Involtini di Melanzane: le fette di melanzane vengono farcite con un misto di formaggi, uova, pangrattato, e salsa di pomodoro.

Fagioli alla Menta: (insalata di fagioli bianchi marinati con menta) fagioli cannellini sono cotti con aglio e sedano finché sono teneri. Essi vengono drenati e conditi con olio d’oliva, aceto, menta, sale e pepe.

Arancini: palle di riso allo zafferano ripiene con ragù di pomodoro, o carne o formaggio o una combinazione di questi. Le palle di riso sono poi rotolate nella farina, rivestite con uovo sbattuto e rotolate nel pangrattato. Esse sono fritte fino a doratura, e assomigliano.

Panelle di ciciri: Una frittella fatta con farina di ceci e prezzemolo e poi fritti in olio d’oliva.

Maccu di Favi: questa antichissima ricetta è conosciuta in tutta l’Italia meridionale ed è la più antica di tutte le zuppe del Mediterraneo. E’ stata servita per secoli come il pasto di mezzogiorno dei contadini, che portavano con loro quando andavano a lavorare nei campi.

La zuppa è fatta con fave, finocchietto selvatico e peperoncino. Il pane tostato è posto in piatti fondi e condito con olio d’oliva, e la zuppa si versa sulla parte superiore. Il nome deriva da maccare che significa “schiacciare”. Il tocco siciliano è quello di aggiungere il finocchio selvatico.

Caponata: una ratatouille come mix di melanzane, cipolle, pomodori, olive, pinoli e olio d’oliva extra-vergine.

Spaghetti alla Siracusana: Acciughe fresche saltate con aglio e pepperoncini in olio d’oliva, con spaghetti, pomodorini a dadini e un sacco di prezzemolo tritato, e condite con mollica di pane tostata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*