×

I serpenti velenosi di Annibale

Le "armi improprie" di Annibale

default featured image 3 1200x900 768x576

sala di annibale large 300x155
Il grande condottiero cartaginese Annibale deve gran parte della sua fama, oltre che alle geniali doti di stratega, all’uso bizzarro di animali in battaglia: famosissimo il caso degli elefanti usati contro i Romani (in foto).

Meno noto è invece l’episodio riferito in questo post, tratto da un racconto dello scrittore latino Cornelio Nepote, secondo il quale, nel 184 a.C., in vista della battaglia navale contro la città di Pergamo (Turchia) e i suoi alleati, l’abile e furbissimo Annibale, in evidente inferiorità numerica, “ordinò che venisse preso il maggior numero possibile di serpenti velenosi vivi e che questi fossero gettati in vasi di coccio“.

Questi vasi furono poi lanciati contro le navi nemiche, dove seminarono prima sorpresa e poi terrore, tanto che Annibale, alla fine, vinse.

Contents.media
Ultima ora