×

Ibrahimovic si fa aprire un ristorante a Milano, nonostante la zona rossa senza preoccuparsi delle restrizioni

Ibrahimovic, calciatore del Milan, ha violato le norme della zona rossa, facendo aprire per lui un ristorante di Milano.

Ibrahimovic

Zlatan Ibrahimovic, dopo il cartellino rosso ottenuto durante l’ultima partita in trasferta a Parma, ha deciso di violare le norme della zona rossa, in cui era la Lombardia fino alla giornata di ieri. Il calciatore ha fatto aprire un ristorante solo per lui, senza preoccuparsi delle restrizioni.

Ibrahimovic si fa aprire un ristorante in zona rossa

Alle ore 13.30 di domenica 11 aprile 2021, mentre la Lombardia era in piena zona rossa, Ibrahimovic si è fatto aprire il ristorante “Tano passami l’olio” di Tano Simonato, incurante delle restrizioni per il Covid. Le misure impongono ai ristoranti di non poter servire i clienti ai tavoli, ma Ibrahimovic e altre persone erano seduti a tavola per un apparente pranzo, che sarebbe costato ben 300 euro a testa, come è stato riferito da una fonte al sito Fanpage.it.

Questa fonte, che ha chiesto di rimanere anonima, ha raccontato quanto accaduto a Fanpage.it, con tanto di foto che mostrano il calciatore insieme allo chef e ad altre persone, mentre bevevano un bicchiere di vino. Tra i presenti c’era anche l’ex calciatore del Milan, Ignazio Abate. Secondo le regole della zona rossa, nessuno di loro doveva trovarsi in quel locale. Lo chef Simonato è stato contattato da Fanpage.it e ha confermato la presenza del calciatore.

Ibra, Ignazio con un altro amico carissimo sono venuti a trovarmi, siamo stati lì un paio d’ore e poi se ne sono andati a casa” ha dichiarato, negando che ci sia stato un pranzo, ma un semplice incontro tra amici. “Non hanno pranzato, da amici abbiamo bevuto un bicchiere di vino” ha voluto sottolineare. Quando gli è stato fatto notare che il locale doveva restare chiuso a causa delle restrizioni per la pandemia ha reagito male contro i giornalisti.

Ma quale c…o di pandemia, ma la smettete di rompere i cog….i con sta pandemia?” sono state le sue parole, mentre invitava i giornalisti a farsi i fatti propri. A colpire è stato il comportamento di Ibrahimovic, che ha violato le norme della zona rossa sfruttando la sua fama, nonostante sia stato scelto come testimonial della Regione Lombardia contro il Covid. Uno spot in cui incitava le persone ad usare la testa e rispettare le regole, come l’uso delle mascherine e il rispetto del distanziamento. Lui, però, non ha avuto particolare rispetto per le regole.

Contents.media
Ultima ora