×

Idiota al Teatro della Tosse

Dal 12 al 15 maggio al Teatro della Tosse va in scena Idiota, tratto da F. Dostoevskij (un tradimento, come dice la locandina) per la regia di Carmen Giordano con Enrico Campanati.

Nel parco giochi di una grande città – oppure sulla luna – è arrivato uno che non sa mentire? Un adulto che sembra un bambino? Un utopista? Un uomo delle stelle? Un barbone? Un attore? Forse un clown? Ho trovato: un idiota. Nel parco giochi di una grande città – oppure sulla luna – è arrivato un idiota che va sull’altalena, mangia una banana, rovista nella spazzatura, beve da una bottiglia, si ripara dalla pioggia e intanto parla. Parla con noi perché gli piacciono le persone. Perché siamo i primi che incontra appena sceso dal treno.

Perché non sa stare zitto. Perché ha qualcosa d’importante da dirci. Parla di sé e di quelli che ha incontrato. Dice che la bellezza salverà il mondo, che il Cattolicesimo è la dottrina dell’anticristo, che a volte è meglio essere ridicoli, che non si può non essere felici. Parla con noi per un’ora e poi se ne va.

Lo spettacolo nasce dall’incontro di una giovane regista con un attore di grande esperienza, dalla fusione di un’incoscienza e di un eccesso di coscienza. Chi sia il troppo cosciente e chi l’incosciente non l’hanno ancora capito. Sono alla ricerca di un Idiota contemporaneo, ma l’Idiota è contemporaneo. Dice la verità su se stesso e sul mondo che lo circonda. Senza giudizio, spinto dall’assurda convinzione che l’uomo sia interessante, bello, appassionante con tutte le sue debolezze.

Questo idiota ama le persone, è la gente che gli fa schifo. Questo idiota è venuto per strappare alla gente, persone.
Carmen Giordano

Scrivi un commento

1000

Leggi anche