Il “Festival dell’Acqua” a Genova | Notizie.it
Il “Festival dell’Acqua” a Genova
Cronaca

Il “Festival dell’Acqua” a Genova

nullPresentando il Festival, il sindaco ha sottolineato l’ importanza di «discutere e confrontarsi su un bene che per i cittadini deve restare comune e non prestarsi al profitto, con una formula che affronta tutti gli aspetti del problema: politico, economico, filosofico e religioso». Il festival è arricchito da sponsor privati che garantiscono anche spettacoli e laboratori, incontri `strani´ come quello tra il viaggiatore Patrizio Roversi e lo scienziato Andrea Segrè, presentazioni di libri, concorsi di design e fotografici.
Marta Vincenzi ha smorzato le polemiche sollevate da chi chiede bollette meno care invece di questo evento (sponsorizzato anche dalla municipalizzata Iren) spiegando che «sono spese per promuovere la città» e ha invitato a confrontarsi su temi delicati senza ideologie: «Io sono per l’abrogazione del 23 bis e per l’acqua pubblica ma ora bisogna riempire il vuoto normativo lasciato dalla consultazione perchè non possiamo tagliare con l’accetta le aziende idriche. Per decidere serve informazione».

Invita a godersi un «evento ricco di spunti culturali di alto livello di cui Genova deve essere orgogliosa».
Il Festival farà infatti incontrare israeliani e palestinesi per l’uso più efficiente delle risorse, dibatterà sulla carenza di acqua nei paesi in via di sviluppo – con protocollo di intesa Federutility-Focsiv per proporre al Governo di destinare parte della bolletta a loro -, discuterà della trasparenza degli appalti e del rapporto tra acqua e legalità con il procuratore Antimafia Pietro Grasso (giovedì 8). Sarà una occasione per incontrarsi nelle piazze e nei palazzi di Genova inseguendo spettacoli scenografici come `Naturalia Artificialia´, garantito da Valerio Festi, con tanto di parata per le strade

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche