Il Bello d'esser Brutti: la tracklist spiegata da J Ax | Notizie.it
Il Bello d’esser Brutti: la tracklist spiegata da J Ax
Lifestyle

Il Bello d’esser Brutti: la tracklist spiegata da J Ax

J-Ax

J-Ax che racconta brano dopo brano tutto il suo album il Bello d’esser Brutti , album “è dedicato a tutti gli amanti della musica, in particolare ai miei fan”.

1. Intro

“È la canzone che apre il disco ma l’ultima che ho scritto per questo album. L’ho messa giù in un momento strano….. Nel brano parlo del sistema in cui ero per gran parte della mia carriera e questo “sistema” non ne esce bene. Diciamo che, personalmente, me la sono vissuta un po’ come fosse questione di vita o di morte, e questo vale per ogni cosa io abbia mai fatto. Di conseguenza, per me è sempre stato frustrante vedere come per gli altri fosse “solo” un lavoro, perché per come la vedo io è una vera e propria missione, il mio ossigeno. Detto questo, non voglio parlare male del passato ma solo fare il punto della situazione.”

2. Ribelle e basta

In questo brano J-Ax si è molto divertito a identificarsi nella figura del ribelle italiano ….. leggete un pò:

“Mi sono divertito a identificarmi nella figura del ribelle italiano, ispirandomi a Sono un ribelle, mamma degli Skiantos.

La mamma è la mia nazione, anche se faccio il ribelle. Non sto certo qui a rispiegarvi la grammatica del rap, ma quando si scrive un pezzo di questo tipo, è naturale che si debba essere un po’ sbruffoni: è proprio una prerogativa del genere. In quest’ottica deve essere visto il riferimento ai rapper “giovani” che si danno addosso l’uno con l’altro per stabilire chi sia il migliore. In pratica in Ribelle e basta dico: Va bene, voi vi scannate perché ci sono due mucche ma poi arrivo io, ovvero il vecchio mulo, che piano piano se le tromba tutte. Nonostante il rap comporti delle frecciate verso colleghi e personaggi famosi, vi assicuro che in 20 anni di carriera non sono mai arrivato a dover mettere le mani addosso su nessuno”.

3. La Tangenziale (feat. Neffa):

Invece di protestare per tanti piccoli contesti, dovremmo organizzare una protesta unica, enorme, globale…. queste le parole di Ax:

“È un pezzo che ho scritto con Neffa per fare da colonna sonora di una delle tante rivoluzioni italiane, ovvero quelle per cui ci si ferma, si fa casino, si raggiunge un attimo di pubblicità però nessuno, neanche gli organizzatori della protesta, hanno poi ben chiaro i motivi per cui siano scesi in piazza. L’abbiamo scritta dopo essere stati bloccati in tangenziale da una manifestazione. Quello che penso è che, invece di fare tante piccole proteste, bisognerebbe organizzarne una generalizzata e fatta bene. Magari occupare un intero aeroporto per un mese, la butto lì. Questo, forse, potrebbe tornare davvero utile”.

4. Sopra la media

Un brano che parla di speculazione, di quando si lamentano gli affitti e si costringe le persone ad abbandonare il loro quartiere, ecco cosa ne pensa J-Ax:

“Parla di speculazione, nello specifico di quel fenomeno per cui quando si decide di rivalutare un quartiere si alzano gli affitti, gli abitanti sono costretti ad andarsene perché non possono più permettersi quei prezzi e arriva una nuova generazione di abbienti. Io l’ho visto succedere a Milano, nel quartiere dell’Isola dove presenterò il disco al Blue Note il giorno prima della sua uscita. ”

5. Uno di quei giorni

“Ho voluto cantarla con Nina Zilli perché ho sempre pensato che lei abbia una delle voci più belle che ci siano in Italia attualmente”.

6. Sono di moda:

“È una presa per il culo del momento in cui, complice The Voice, sembravo essere diventato un po’ il fidanzato d’Italia. Fa molto ridere ed è piuttosto breve”.

7. Caramelle:

Caramelle Ax l’ha scritta per la sua compagna:

“È un brano dedicato alla mia compagna ma alla fine lei qui è solo un pretesto per parlare di me. La canzone prende le mosse da quel momento in cui ti rendi conto che fare delle cose semplicissime, come mangiare caramelle sul divano davanti alla tv, acquista tutto un altro sapore se si sta con la persona giusta.”

8. Hai rotto il catso

“Il titolo dice tutto ma mi urge fare una precisazione: nel testo dico che giustificherei l’omicidio di chi usa parole come “taggami”, “par condicio”, “populismo” e così via ma è ovvio che non giustificherei mai una cosa del genere.”

9. Miss and Mr. Hyde

Bellissima ballatona d’amore perché anche J-Ax sa essere romantico quando vuole…”

10. Santoro e Peyote:

“Uno pensa di aver fatto tanti errori nella vita. Ma nessuno di loro potrà mai essere paragonabile a quello di guardare un talk politico qualsiasi…sotto l’effetto di droghe.”

11. Rock City

“Adesso penserete che io abbia fatto un intero disco punk-rock. In realtà è sempre e comunque Rap’n’Roll.”

12. Tutto o niente (feat. Emiliano Valverde):

“È una telefonata tra il me stesso di oggi e il me stesso di venti anni fa.”

13. Il bello d’esser brutti:

” Io mi sono sempre sentito brutto, anche se ad un certo punto sono addirittura diventato di moda come racconto in un brano precedente. Il fatto è che ho sempre visto la mia presunta “bruttezza” come uno svantaggio, invece se fossi nato più bello forse oggi non sarei qui, non avrei avuto lo stesso tempo per stare nella mia stanzetta e scrivere quando ero ragazzino, ad esempio. Ho saputo sfruttare questa cosa come fosse una vera e propria risorsa. Per questo oggi posso raccontare Il bello d’esser Brutti.

14. Old Skull (feat. Club Dogo):

Una sfida questa canzone:

“Questa è la mia sfida alla vostra canzone italiana! Si tratta di un featuring coi Club Dogo. La base l’ha fatta Don Joe su mia indicazione ed è presa da un pezzo di Mia Martini dal titolo Taking Off. ”

15. Maria Salvador (feat. Il Cile):

“Ohi Maria…Ti amo (ancora)!”

16. Bimbiminkia4life (feat. Fedez):

“Voglio fare un appunto: è la prima volta nella storia in cui una generazione di 40enni prende per il culo i giovani. Prima accadeva l’esatto contrario. ”

17. Nati Così:

Nati così Ax lo ha scritto con max Pezzali:

“Mi piace definire questo genere “country pavese”. ”

18. Un altro viaggio (feat. Valerio Jovine):

” Il brano nasce da una notte in cui, mentre ero in autostrada tornando da Torino verso Milano, mi sono fermato a una piazzola di sosta. Il bagno era otturato e davanti a quel bagno, in quella puzza di piscio incredibile, i camionisti continuavano a giocare indisturbati alle slot machine. ”

19. The Pub Song (Feat. Weedo):

” È una citazione, un mio personalissimo omaggio, a Enzo Jannacci. E la canto con mio fratello Weedo. ”

20. L’uomo col cappello

“Questo è un brano che parla di me e, sulla scia del precedente, racconta come sia importante andare avanti fregandosene delle critiche altrui. Se non altro, è quello che io faccio da sempre.”

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Chiara Cichero 1232 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.