×

Il “biglietto di San Valentino” di Salvini a Meloni: ” Superiamo incomprensioni, solo uniti si vince”

Salvini a Meloni. " Superiamo incomprensioni e interessi di parte. La gente non vuole litigi e battibecchi"

salvini meloni

Ospite della trasmissione “Non stop News” di Rtl 102.5 Matteo Salvini, nel suo primo giorno di uscita pubblica dopo l’esito negativo del tampone covid, affronta vari temi come quello dell’alleanza di centrodestra con la Meloni

La prima uscita pubblica dopo il Covid

Dopo aver festeggiato sui social il tampone negativo al Covid, per la prima uscita pubblica dopo l’isolamento Matteo Salvini sceglie gli studi di Milano della rubrica “Non stop News” di Rtl 102.5.

Proprio in virtù della sua guarigione il leader della Lega rivolge un pensiero ai 10.000.000 di guariti dal covid: “Penso e spero che a coloro che sono guariti vengano tolti obblighi e restrizioni”

Il bilancio del governo Draghi

A chi gli chiede di fare un bilancio dell’esperienza di governo, dopo aver premesso che “I bilanci si fanno alla fine”, rivendica la scelta di entrare nel governo Draghi: ” Rifarei quello che abbiamo fatto, ovvero dire di sì all’appello del Presidente Mattarella in piena pandemia. Ovviamente governare con Pd e M5S non è semplice, però in un periodo eccezionale bisogna fare sforzi eccezionali”. Quanto alla fine dello stato d’emergenza: “Spero che si superino obblighi, restrizioni, green pass e super green pass e si torni alla vita normale.

Con attenzione e cautela come sta facendo il resto del mondo “.

“L’emergenza nazionale sono il lavoro e le tasse” 

“L’emergenza Nazionale sono il lavoro e le tasse” afferma “Bisogna “portare in Cdm domani una manovra tra i 5 e 7 miliardi per mitigare il costo delle bollette” dovuti ai rincari di luce e gas. “Che si ripercuote poi sull’aumento del pane, del latte, della verdura, della carne”.

E poi la pace fiscale: ” Serve “una grande operazione di giustizia fiscale” con ‘rottamazione’ e ‘rateizzazione’ delle cartelle. Ci sono milioni di cartelle esattoriali che rischiano di essere un disastro” Un tema ” che la Lega porterà con forza al tavolo del governo”

La partita del Quirinale

Quanto all’alleanza di centrodestra, ” Solo uniti si vince. Occorre ripartire da alcuni progetti comuni: lavoro, taglio delle tasse, taglio della burocrazia, sicurezza e poi i temi del lavoro”. Affermando di avere il rammarico di non essere riuscito a far eleggere una donna come Presidente della Repubblica “Abbiamo fatto nomi – da Casellati a Belloni a Cartabia -ma non ne andava bene uno. Mentre qualcuno provava a costruire altri giocavano a catenaccio- parlando in tema calcistico – e si limitavano a dire di no”.

Il nuovo banco di prova per il centrodestra

Per rimediare alla rottura, il prossimo (e forse definitivo) banco di prova per il centrodestra potrebbero essere i Referendum sulla giustizia: “dopo trent’anni, mettono in mano agli italiani il cambiamento che il Parlamento non è riuscito ad approvare o che non vuole fare. Spero che tutto il centrodestra sia compatto”, afferma ricordando i 6.000.000 di italiani ancora in attesa di giudizio.

Salvini a Meloni: ” Superiamo incomprensioni”

E comincia proprio durante l’intevista a ricucire i rapporti con la leader di Fratelli d’Italia che, come gli ricorda il conduttore della trasmissione, sarà ospite degli studi di Rtl il giorno dopo il suo intervento. Cosi dopo l’iniziale dedica alla figlia e alla compagna “che mi attende a Roma questa sera” per la ricorrenza di San Valentino,  il leader della Lega prende la palla al balzo e invia idealmente un messaggio a Giorgia Meloni che “Nel giorno di San Valentino non può che essere un dolce biglietto” afferma ridendo pur ammettendo di non essere un tipo molto romantico. “Superiamo incomprensioni, interessi di parte. La gente non vuole litigi e battibecchi. Uniti si vince. Sto lavorando con Berlusconi e Meloni perché solo uniti si vince”

Contents.media
Ultima ora