Il calo dello spread tra Btp e Bund fa risparmiare 14 miliardi di euro all'Italia - Notizie.it
Il calo dello spread tra Btp e Bund fa risparmiare 14 miliardi di euro all’Italia
Economia

Il calo dello spread tra Btp e Bund fa risparmiare 14 miliardi di euro all’Italia

Mario Monti
Mario Monti

Ha un bel dire Silvio Berlusconi, che con Monti non è cambiato nulla. Lasciando perdere per un attimo il mutamento di clima nei confronti dell’Italia e le lodi quasi imbarazzanti del Financial Times e dell’Economist verso il nuovo premier (il secondo dice addirittura che con Monti l’Italia torna al centro della scena mondiale e che il peso dell’Europa grava sulle sue spalle), a confermare che qualcosa di nuovo c’è, sono proprio i dati che arrivano dai mercati finanziari: l’ultima asta dei Bot semestrali è andata in porto a un tasso di 1,96%, il rendimento più basso da giugno e ben al di sotto del 3,25% del 28 dicembre. Se si aggiunge che il Btp decennale, che il 9 gennaio rendeva il 7,11%, è sceso al 5,82% con lo spread sui bund sceso sotto 400 rispetto ai 525 di tre settimane fa, il quadro si fa molto meno fosco.

Con conseguenze, e vantaggi, tangibili per i conti pubblici italiani: in una ventina di giorni il calo dei rendimenti ha regalato al Tesoro un risparmio potenziale di 14 miliardi sugli interessi da pagare nel 2012 per finanziare il debito. Il tutto in una situazione particolare, quella sì ereditata dal precedente esecutivo, la bocciatura delle principali agenzie di rating che, infatti, nei loro report, hanno inteso spiegare che essa non è dovuta all’operato del Professore. Anzi, se non ci fossero i provvedimenti presi da Monti, l’Italia sarebbe stata ulteriormente declassata. Bisogna inoltre considerare che il macigno lasciato da Berlusconi sulla strada del risanamento dei conti pubblici continua ad ostacolare non poco la strada, se si pensa che lo stesso Ministro Passera ha definito assurda la decisione di regalare un bene pubblico come quello rappresentato dalle frequenze del digitale terrestre, adottata col famigerato Beauty Contest di Romani. Mettendo all’asta quelle frequenze si potrebbero ricavare alcuni miliardi di euro che, in una situazione come quella italiana, non sono certo da buttare.

Insooma, sembra proprio che, finalmente, qualcosa stia mutando.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche