×

Il castello abbandonato da vent’anni

default featured image 3 1200x900 768x576

Affascinante la storia del Castello di Sammezzano, vicino Leccio, a Firenze, abbandonato per vent’anni ed esempio di arte orientalista in Italia. Costruito secondo alcuni nel IX secolo, nel 1605 diventa una villa con giardini, acquistata dal cavaliere Ferdinando Odoardo Ximenes d’Aragona, sottraendolo al Granduca di Toscana Ferdinando I.

Nell’Ottocento, la villa è ristruttura in stile moresco ad opera del marchese ed erede Ferdinando Panciatichi Ximenes che si dedica ai lavori per quarant’anni, prediligendo il Taj Mahal per l’esterno e l’Alhambra di Granada per l’interno.

castello 2Accanto alla villa, un maestoso parco, di 185 ettari, tuttora uno dei più estesi d’Italia, con 57 sequoie giganti, alte più di 35 metri.

Il castello diventa un insieme di stanze colorate, con giochi di luce, colonne e stucchi.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, tale sfarzo viene danneggiato dai nazisti: razzie del palazzo e del giardino sono fatali. Statue e fontane scompaiono. Degli imprenditori trasformano la villa in un hotel di lusso, chiuso poi nel 1990. Un gioiello d’arte italiana, non accessibile al pubblico, abbandonato, fatiscente, con l’esterno rovinato dagli agenti atmosferici, le finestre rotte e candelabri rubati.

castello 3Nove anni dopo, il castello è messo all’asta e venduto ad una società inglese; attualmente, la proprietà è della catena alberghiera internazionale Palmerston Hotel & Resorts, che lo trasforma quindi in un resort di lusso.

Appartamenti lussuosi, l’albergo, una spa, campi da tennis e vari altri sport, tra cui il golf. Nel 2012 si fonda quindi il Comitato FXPA, associazione no profit che lo apre al pubblico.

1 / 7
castello 3
1 / 7
castello 3
castello 2
castello 3 particolare stanza
castello 6 particolare vasca
Il Castello di Sammezzano 4 intero
castello 5 particolare
castello 1 1024x682
Contents.media
Ultima ora