×

Il cinema punta Assange: la carica dei film su WikiLeaks

default featured image 3 1200x900 768x576
julian+assange+01

E’ sicuramente stato l’uomo dell’anno appena trascorso, il celebre “Rolling Stones” gli ha perfino dedicato una copertina e ora, Julian Assange, meglio noto al mondo come Mister WikiLeaks, si prepara ad essere anche l’uomo più discusso del grande schermo. Si prepara infatti il film sull’affaire WikiLeaks e soprattutto sulla figura del suo fondatore e divulgatore e – considerati i successi di pubblico e critica che i film dedicati ai fenomeni sociali stanno riscontrando (uno su tutti “The Social Network”) – anche questa nuova pellicola dedicata al terrore dei diplomatici promette ottimi seguiti.

La cosa curiosa è che la sceneggiatura del film sarà basata su un libro che deve ancora uscire. Sarà nelle librerie quest’anno infatti “The most dangerous man in the world” dello scrittore australiano Andrew Fowler, biografia del noto hacker Julian Assange. Quello che i produttori Barry Josephson e Michelle Krumm (già proprietari dei diritti) vogliono fare è creare un film che possa ripercorrere le orme di “Tutti gli uomini del presidente”, celebre pellicola incentrata sullo scandalo Watergate e sulle vicende dei giornalisti del “Washington Post” che con le loro inchieste portarono il presidente Nixon alle dimissioni.

Ma i produttori sopracitati non sono certo gli unici ad aver fiutato odor di milioni nelle vicende di Assange. Il network HBO sta preparando un documentario e pare che anche la Paramount abbia in mano del materiale per una storia sui segreti svelati da WikiLeals. E della serie piatto ricco mi ci ficco, anche l’industria editoriale ha puntato la sua preda. Solo quest’anno usciranno, oltre alla biografia di Fowler, altri tre libri sul biondino di internet.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora