> > Il comparto insurance nel mondo bancario è in costante evluzione: a che punt...

Il comparto insurance nel mondo bancario è in costante evluzione: a che punto siamo?

polizze assicurative

La distribuzione di prodotti assicurativi in concomitanza all’acquisto di un altro servizio, è una delle principali tendenze del settore insurance negli ultimi tempi , specialmente  nel settore del banking.

La distribuzione di prodotti assicurativi in concomitanza all’acquisto di un altro servizio, è una delle principali tendenze del settore insurance negli ultimi tempi , specialmente nel settore del banking.

La disponibilità delle banche dati e dei sistemi informativi realizzati con le tecnologie informatiche a terze controparti nel settore bancario ha avviato una vera e propria trasformazione nel mercato finanziario e del settore assicurativo.

Il modello dell’open innovation permette alle aziende il trasferimento di dati e informazioni, tecniche e strumenti tra gli addetti ai lavori che ne fanno parte, ma anche nuove sinergie con colleghi e referenti del settore, per rinnovare in maniera ragguardevole la gamma di servizi proposti sinora in un’ottica di maggiore efficacia e personalizzazione e partecipare con successo sul mercato.

in banca l’open banking (l’evoluzione dell’open innovation) e l’open finance crescono a ritmo vertiginoso.

Sono trend in forte crescita con l’Europa in testa a stimolare gli investimenti in questo settore, soprattutto dopo l’avvio della normativa sulla PSD2 e l’ingresso di nuovi professionisti che garantiscono la sicurezza dei pagamenti online limitando il rischio di truffe. Crescono del 50% rispetto allo scorso anno gli utenti che utilizzano questi servizi, mentre nel 2024 la crescita è prevista in aumento del 120%.

In questo contesto la possibilità di acquistare una copertura assicurativa come prodotto integrato nell’acquisto di un altro servizio diventa un fenomeno in continua evoluzione. Si ipotizza che entro la fine dell’anno il 40% circa delle banche italiane e quasi l’85% della mobile banking offriranno prodotti assicurativi in formato digitale in crescita del 50% rispetto allo scorso anno.

Il canale bancario in Italia ad oggi rappresenta il più importante modello distributivo nel ramo delle assicurazioni vita con previsioni di crescita nel comparto danni.

Al secondo posto, nel ramo Vita ci sono i consulenti finanziari e gli agenti. Al contrario , nel ramo danni, le Agenzie si confermano il canale prevalente, seguito dai broker. Le banche si trovano al terzo posto con una quota vicina all’8%, più che raddoppiata rispetto a dieci anni fa. In aggiunta a ciò si evidenzia come il canale bancario sia decisamente utilizzato per l’acquisto di polizze assicurative soprattutto dalla clientela privata.

Sul fronte aziende ci sono ancora importanti margini di crescita. Gli Istituti di Credito possono competere favorevolmente nel comparto assicurativo per le imprese in virtù della forte relazione con l’imprenditore e ad un’attenta profilazione delle consuetudini dei clienti che determina le condizioni favorevoli per un’accurata proposta assicurativa. Le banche si collocano infatti al secondo posto tra i canali prescelti dalle piccole imprese per l’acquisto di polizze assicurative, dopo le compagnie assicurative e prima delle associazioni di categoria. La vendita dell’assicurazione in pacchetto con altri prodotti o servizi ha così un potenziale di crescita notevole nel segmento bancario. L’obiettivo adesso è di evolvere da una proposta di prodotti più o meno standardizzati ad una sempre più specifica e personalizza