Il comparto manifatturiero cuneese registra il quarto risultato negativo consecutivo - Notizie.it
Il comparto manifatturiero cuneese registra il quarto risultato negativo consecutivo
Attualità

Il comparto manifatturiero cuneese registra il quarto risultato negativo consecutivo

Nel III trimestre 2012 è proseguita la crisi del tessuto manifatturiero cuneese. La flessione del periodo luglio-settembre rappresenta, infatti, la quarta consecutiva.
La diminuzione registrata nel trimestre in esame è risultata, inoltre, la più intensa tra quelle subite dal comparto manifatturiero provinciale a partire dal IV trimestre 2011. Facendo seguito alle diminuzioni tendenziali dello 0,7% e dell’1,3% dei primi due trimestri dell’anno, nel periodo luglio-settembre 2012 la produzione industriale cuneese ha sofferto un calo tendenziale grezzo (ossia confrontato sullo stesso trimestre dell’anno precedente) del 4,2%, risultando tuttavia meno intenso di quello subito dal comparto manifatturiero piemontese (-5,7%).
“Nel III trimestre del 2012 la crisi del comparto manifatturiero cuneese si è fatta maggiormente sentire. Le nostre imprese continuano a mostrare difficoltà sia sul mercato interno, che su quello estero – afferma il presidente della Camera di commercio di Cuneo, Ferruccio Dardanello -. La forte dipendenza che le nostre vendite oltre confine manifestano da sempre nei confronti dei partner dell’Unione Europea, i cui sistemi economici risultano oggi particolarmente penalizzati, acuisce lo stato di sofferenza del nostro tessuto manifatturiero, che non riesce a sfruttare il potenziale di crescita dei mercati extra-europei.

Appare, dunque, imprescindibile, attuare urgenti interventi per sostenere il nostro sistema imprenditoriale, nell’attesa che l’economia si rimetta in moto”.
Il segno negativo accomuna, anche nel III trimestre del 2012, tutti i territori provinciali. I comparti manifatturieri del Verbano Cusio Ossola e di Novara hanno registrato i cali più contenuti, con variazioni tendenziali della produzione industriale del -1,9% e -2,3%. Flessioni di intensità minore rispetto alla media regionale sono state registrate anche dai tessuti produttivi delle province di Alessandria (-4,5%), Biella (-5,1%) e Vercelli (-5,1%), mentre appaiono decisamente più consistenti le perdite scontate dai comparti manifatturieri di Torino (-7,4%) ed Asti (-9,6%).
Sono questi alcuni dei risultati emersi dalla 164ª “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera” realizzata da Unioncamere Piemonte in collaborazione con gli Uffici studi delle Camere di commercio provinciali. La rilevazione è stata condotta nel mese di ottobre 2012 con riferimento ai dati del periodo luglio-settembre, e ha coinvolto 1.233 imprese industriali piemontesi, per un numero complessivo di 109.275 addetti e un valore pari a 43,5 miliardi di euro di fatturato.

A livello locale, l’indagine ha interessato 158 imprese industriali della provincia di Cuneo, con un numero di addetti pari a 6.760 unità, e un valore pari a 1,9 miliardi di euro di fatturato.

2 Trackback & Pingback

  1. Il comparto manifatturiero cuneese registra il quarto risultato negativo consecutivo | Vercelli - News
  2. Il comparto manifatturiero cuneese registra il quarto risultato negativo consecutivo | Biella - Cerca News

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche