×

Il consulente del Cremlino: “Putin è fuori dalla realtà e potrebbe davvero usare armi atomiche”

L'opzione terribile è sul tavolo di Mosca se la Nato solo azzardasse azioni più dirette: “Putin è fuori dalla realtà e potrebbe davvero usare armi atomiche”

Vladimir Putin

Un consulente del Cremlino lo ha detto senza mezzi termini: “Vladimir Putin è fuori dalla realtà e potrebbe davvero usare armi atomiche”. La sconvolgente rivelazione a Fanpage di Andrei Kortunov del Russian International Affairs Council non aggiunge nulla di nuovo al quadro di possibilità sul campo della guerra della Russia all’Ucraina, ma ne incrementa una in particolare e in maniera drastica.

A detta di Kortunov il presidente russo “non è più in contatto con la realtà e la sua decisione di invadere l’Ucraina era inconcepibile”. 

“Putin potrebbe usare armi atomiche”

Il tutto con un dato chiaro e terrificante: l’opzione di una guerra nucleare è realistica. Ha spiegato Kortunov: “Sono davvero depresso e imbarazzato per quel che sta succedendo”. Il tema cruciale è quello dello scenario nucleare e il consulente ha spiegato chiaramente: “Se la Nato interferirà direttamente, per esempio imponendo una no-fly zone sull’Ucraina, o assistendo l’Ucraina direttamente in modo significativo, certamente ciò potrebbe esser considerato un’aggressione militare diretta della Nato alla Russia.

In questo caso, ogni opzione sarebbe sul tavolo”. 

Una guerra mossa “senza fondamento logico”

E la decisione di Putin di fare la guerra “non ha fondamento logico, perché le implicazioni negative per la Russia e i danni collaterali sono molto chiari, mentre le implicazioni positive non sono chiare per niente”. Ha ammesso Kortunov: “L’analisi costi/benefici che ho fatto concludeva che una mossa del genere fosse impossibile, inconcepibile.

E molti che conosco pensavano lo stesso. Evidentemente ci siamo sbagliati. Evidentemente, la mia logica è diversa da quella di chi ha preso la decisione”.

Contents.media
Ultima ora