×

Il “fottetevi” ai russi diventato virale: liberati i marinai ucraini di Snake Island

I marinai ucraini sono stati liberati nel primo scambio di prigionieri concordato con la Russia dall'inizio della guerra

marinai ucraini liberati

Liberati i marinai ucraini che difesero Snake Island e che sfidarono l’ultimatum russo di deporre le armi con il “fottetevi russi” diventato virale sul web. Si tratta del primo scambio di prigionieri tra Kiev e Mosca dall’inizio della guerra.

Liberati i marinai ucraini di Snake Island

Urlarono “Fottetevi” per radio all’ultimatum russo di deporre le armi. Un messaggio forte e chiaro diventato poi inevitabilmente virale sui social. Molti chiamarono “eroi” i marinai che difendevano la strategica Snake Island e dei quali si ignorava la sorte fino alla notizia della BBC che non erano morti ma che erano stati fatti prigionieri.

Il primo scambio di prigionieri dall’inizio della guerra

Ora arriva la notizia della loro liberazione in quello che rappresenta il primo scambio di prigionieri tra la Russia e l’Ucraina che, oltre al lato positivo del rilascio dei marinai, conferma quantomeno un dialogo tra Kiev e Mosca.

Il tweet del Parlamento ucraino

A dare la notizia della liberazione il Parlamento ucraino secondo il quale diciannove marinai ucraini – tra cui i 13 di Snake Island – ora sono al sicuro, con tanto di foto degli stessi sorridenti.

In cambio, Kiev ha concesso a Mosca la liberazione di 11 marinai russi, “salvati da una nave affondata al largo di Odessa“.

Contents.media
Ultima ora