×

Il governo Draghi prorogherà lo stato di emergenza fino a marzo: oggi il Cdm

Il governo Draghi prorogherà lo stato di emergenza fino a marzo per traghettare il paese fuori dall'attacco della variante Omicron e dall'inverno

Il premier Mario Draghi pronto a presiedere un Cdm per prorograre lo stato di emergenza

Non sono più boatos da Palazzo Chigi ma si tratta di certezza: il governo Draghi prorogherà lo stato di emergenza fino a marzo e l’esecutivo è pronto a varare un trimestre aggiuntivo di legislazione speciale e “smart”.

Il governo prorogherà lo stato di emergenza: data e orario del summit per tre mesi in più

La riunione che dovrebbe dare disco verde alla proroga non sarebbe in agenda e molti media la danno per imminente, ma fonti di Palazzo Chigi dicono che la giornata “buona” è quella di oggi, 14 dicembre, nel tardo pomeriggio. La proroga sarà in vigore fino al 31 marzo, perciò trimestrale, ed avrà lo scopo di far uscire l’Italia da una fase della pandemia in cui i fattori variante Omicron ed inverno rischiano di complicare le cose.

A chi “piace” e a chi “dispiace” che il governo Draghi prorogherà lo stato di emergenza

Come sempre accade in Italia ci sono due scuole di pensiero: quella “governista” che, con il supporto di studiosi che per l’esecutivo operano come Walter Ricciardi, spinge per la proroga. Poi c’è quella “anti panico”, che vede nella proroga un atto ingiustificato, anche a contare che paesi decisamente più “inguaiati” dell’Italia come la Germania sono tornati ai legiferati parlamentari ordinari.

Il governo Draghi punta ad altri tre mesi di possibilità di ricorso ai Dpcm, alla decretazione extra parlamentare insomma, e sarà interessante anche vedere come si comporteranno le forze politiche che hanno rappresentanti a Palazzo Chigi.

Test politico e organismi che restano operativi con il governo che prorogherà lo stato di emergenza: la “valigia” di Figliuolo

L’adesione del Pd è scontata, quella della Lega come al solito bascula a metà fra “ammuina” preliminare ed endorsement finale, d’altronde hanno elettorati diversi da blandire.

Con lo stato di emergenza le Regioni possono continuare a firmare ordinanze e resta operativa la famosa “Cabina di regia” alla quale partecipano i vari governatori. Fine vita rimandato anche per il Commissario straordinario e il Comitato tecnico scientifico che vennero istituiti il 5 febbraio 2020 con ordinanza del ministero della Salute, anche se per Figliuolo sarebbe pronta goià da tempo la promozione al Covi delle FFAA.

Contents.media
Ultima ora