×

Il Milan cresce e ferma l’Arsenal

Condividi su Facebook

Follie del calcio d’estate: sei giorni dopo la figuraccia di Varese, il Milan tiene testa all’Arsenal stappando un prestigioso ed incoraggiante 1-1 nella prima partita dell’Emirates Cup.

Evidenti i progressi dell’undici di Allegri, sceso in campo con uno sperimentale 4-3-3 con Seedorf a fare il Pirlo ed Abate attaccante esterno. Certo, c’è ancora qualcosa da migliorare se è vero che Abbiati è risultato il migliore dei suoi, riuscendo soprattutto nel primo tempo a limitare ad un solo gol (quello realizzato da Chamakh penetrato troppo facilmente nella difesa rossonera) il passivo con ottimi interventi.

Da segnalare nei primi 45′ anche un palo di Flamini, ex fischiatissimo ma autore di un’ottima prestazione.

Nella ripresa il pareggio di Pato, di testa sugli sviluppi di una punizione dalla sinistra, premia i passi avanti della squadra, pericolosa nel finale anche con Zambrotta che scheggia la traversa.

Intanto Allegri aspetta buone nuove dal mercato: sperando sempre in offerte per Huntelaar che consentano di arrivare ad un attaccante, il primo obiettivo è un centrocampista. Ma non è semplice trovare un alter ego di Pirlo che all’occorrenza sappia sostituire anche Gattuso: il sogno è il sampdoriano Poli, l’alternativa Andrea Lazzari.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.