×

Il mistero della villa di Putin da un miliardo di euro costruita con fondi pubblici 

Il "Palazzo d'Inverno" attribuito al presidente russo sulle rive del Mar Nero e il mistero mai risolto della villa di Putin da un miliardo di euro

La presunta villa di Putin viene chiamata "Palazzo d'Inverno"

Nei giorni della follia di una guerra voluta solo e soltanto da lui tiene banco il mistero della villa di Vladimir Putin da un miliardo di euro, secondo accuse precise costruita con fondi pubblici e che sarebbe la “prova provata” non solo del cesarismo del presidente russo, ma anche dell’assenza di scrupoli che avrebbe sempre caratterizzato la sua condotta politica.

Il cosiddetto “Palazzo d’Inverno”, nome che riecheggia la mistica degli zar e il luogo di nascita di Putin, sarebbe una immensa reggia dentro una tenuta da 7.800 ettari sulle rive del Mar Nero.

Il mistero della villa “di Putin” svelata da Navalny

Mesi fa lo aveva scoperto il dissidente Alexei Navalny che sul web aveva diffuso una percorso guidato di quella vera città dello sfarzo vicino Gelendzhik.

Ci sarebbero una chiesa, un anfiteatro, una pista di atterraggio per gli elicotteri, un casinò, una piscina, una pista di pattinaggio sul ghiaccio, tunnel sotterranei, un porto privato e dei vigneti. E il valore? Pare 100 miliardi di rubli, equivalenti a oltre 1,1 mliardi di euro. Gli attivisti definiscono quella “villa” “uno Stato separato all’interno della Russia, su cui vige una no-fly zone”.

Putin non ha mai ammesso di essere il proprietario

Putin, che pure ha sempre mostrato le sue altre lussuose dimore, non ha mai confermato la proprietà di quella reggia, così come non esistono documenti pubblici che ne leghino il possesso al presidente russo. Navalny sostiene che è un “palazzo per Putin, la storia della tangente più grande di sempre”. Perché? Perché secondo le accuse degli attivisti sarebbe stata acquistata per mezzo di atti di corruzione e appropriazione di fondi pubblici.

Contents.media
Ultima ora