Il piccolo Devid Berghi: la procura apre un fascicolo | Notizie.it
Il piccolo Devid Berghi: la procura apre un fascicolo
Cronaca

Il piccolo Devid Berghi: la procura apre un fascicolo

Il procuratore aggiunto di Bologna ha aperto un fascicolo sul decesso di Devid Berghi, il neonato morto il 5 gennaio in seguito una crisi respiratoria dopo aver trascorso diverso tempo al freddo. Il piccolo di venti giorni aveva come casa Piazza Maggiore e la Sala Borsa. L’ambulanza che lo ha soccorso è riuscita a salvare il fratello gemello mentre per Devid, ricoverato d’urgenza al Sant’Orsola, c’è stato poco da fare. I genitori sono due mezzi sbandati italiani con tre figli – le responsabilità saranno stabilite dalla procura – costretti a vivere per strada, al gelo, tra gli stenti. I giornali e i politici si affannano a sostenere che la colpa sarebbe della mancanza dei servizi sociali, afflitti da tagli gravosi, o meglio dell’indifferenza dei comuni cittadini. D’accordo. E’ possibile però che nessuno dica una parola sulla genitorialità cosa diversa dalla riproduzione? E’ possibile che delle persone adulte non sappiano che i neonati vanno tenuti al caldo? Perchè dare la colpa solo ai servizi poco efficienti? In ogni caso, la vicenda è una delle più tristi che siano accadute in questa città e non sarà facile voltare pagina sulla quotidiana, scandalosa, ovvia, povertà morale e materiale che ci circonda.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche