×

Il prete innamorato che lascia la tonaca: “Non spetta a me cambiare certe regole”

Le prime dichiarazioni del prete innamorato che ha lasciato la tonaca ci fanno intuire la grande sofferenza provata dall'uomo per questa situazione.

prete innamorato lascia tonaca

La storia di Don Riccardo Ceccobelli, il prete di 42 anni che ha lasciato la tonaca perchè innamorato di una donna, ha inevitabilmente attirato grande attenzione. In molti vorrebbero saperne di più e approfindere gli aspetti che hanno spinto il parroco a compiere un gesto così netto.

Don Riccardo ha spiegato le sue motivazioni in una sua intervista al Corriere della Sera nella quale ha detto: “Erano le 11,27 di domenica 11 aprile, piangeva il cielo e piangevo io. Stavo correndo in macchina sotto la pioggia verso Massa Martana per l’ultima messa della mia vita, l’ultima messa celebrata da me, voglio dire. Avevo fretta – aggiunge – ma a un certo punto davanti mi si è parato un carretto che trasportava un albero d’ulivo.

Il carretto andava piano e io avevo voglia di superarlo. Ma poi mi è venuta in mente la storia che imparai da piccolo al catechismo: la pianta che viene spostata, un giorno fruttificherà altrove. Ecco, io ora mi sento come quella pianta d’ulivo. Mi sto spostando. Per me è stato un segno di Dio“.

Prete innamorato lascia tonaca

Per Don Riccardo si tratta di una questione di onestà, di libertà e di trasparenzaverso Dio e i suoi parrocchiani. Poi il prete racconta della conoscenza di Laura e quella incredibile voglia d’amore scoppiata nei loro cuori. “Ci conosciamo da quattro anni, ci siamo incontrati in parrocchia. Da settembre scorso – continua Don Riccardo – è cambiato per sempre qualcosa dentro di me. Ho cominciato a percepire dentro un’emozione, io però all’inizio ho fatto di tutto per tenere sotto controllo la situazione, ve lo giuro, ho sperato che trovasse un fidanzato, ma ogni giorno che passava stavo sempre più male. A gennaio ho presentato le dimissioni al vescovo”.

Laura, si apprende sempre dalle parole del prete, ha 26 anni è un’infermiera e anche una catechista, motivo per cui entrambi non intendono questo passaggio come l’addio alla chiesa, che anzi vorrebbero continuare a frequentare. Al momento tra i due c’è un grande amore, ma non si parla ancora di un fidanzamento ufficiale in quanto starebbero aspettando la dispensa dall’obbligo del celibato. A dirlo è la stessa Laura che afferma di essere un po’ preoccupata per questa vicenda: “Io non sono ancora mai andata a cena dai suoi genitori e già mi tremano i polsi solo al pensiero”.

La richiesta a Papa Francesco

La questione aperta da Don Riccardo riaccende il dibattito sul divieto di matrimonio per i preti. Sul tema Don Riccardo risponde indirettamente, chiedendo poi a Papa Francesco di pregare per lui. “In questi giorni – dice il parroco – ho pensato molto a certe coincidenze: l’11 aprile, cioè la data della mia ultima messa, nell’anno 1123 si chiuse il concilio lateranense con la dichiarazione dell’obbligo del celibato per i sacerdoti. E il 12 aprile, quando si è aperto il mio processo canonico, 388 anni prima fu processato Galileo Galilei. Voglio dire – prosegue – che forse dietro tutto questo c’è il disegno di Dio. Il celibato è un dono ma è un dono anche quello che mi sta succedendo. Non spetta a me cambiare certe regole, ma forse è un invito a riflettere. Me lo ha detto anche il vescovo: questo sarà un tema della Chiesa. So già – conclude – che il mio vescovo lo faranno santo”.

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Riccardo Castrichini

Nato a Latina nel 1991, è laureato in Economia e Marketing. Dopo un Master al Sole24Ore ha collaborato con TGcom24, IlGiornaleOff e Radio Rock.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora