Il Primo maggio degli Store - Notizie.it
Il Primo maggio degli Store
Genova

Il Primo maggio degli Store

nullL’assessore Gianni Vassallo non ci sta: «ci saranno controlli ad ampio raggio. Gli accordi erano chiari, l’ordinanza mediata e condivisa». Ma le strategie Mercatone e Stefan (con diverse sfumature, cassate un po’ da tutti) finiscono con il fare convergere su una stessa richiesta – «riconvocare l’osservatorio sul settore» – esponenti di associazioni (Giacomo Rossignotti, Ascom) contrari all’intesa sulle feste “no work” e chi, (Luca Maestripieri, Fisascat Cisl) l’intesa comunque la difende. Il primo dice che «l’ordinanza è fallita». Il secondo ritiene «necessario superare gli errori, rimodulare le sanzioni e fare sì che tutti la rispettino». Il pensiero corre già a Ferragosto e all’area di Campi (ma non solo) dove insistono i colossi del “fai da te” che alla domenica fanno sempre incassi consistenti. La richiesta di deroga arriverà? Ferragosto è una delle cinque feste fissate come non lavorative. «Lei crede che non inizieranno le pressioni sul Comune per le deroghe?» dice Maestripieri.

«Al di là di qualsiasi opinione – commenta Patrizia De Luise, presidente Confescercenti – le regole vanno rispettate, se non piacciono non si cambiano di propria iniziativa in corso d’opera, vale per tutti.

Piuttosto ci sarebbe da ragionare in modo “concertato” con associazioni e sindacati sul giusto modo di dare accoglienza e servizio a residenti e turisti nelle zone rivierasche». Sotto accusa finisce la logica dei grandi gruppi «che ragionano solo sulle loro dimensioni.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche