×

Il Progetto Moda 2010. Riqualificazione ex Banci

Condividi su Facebook

Quasi non sembrano vere le cifre snocciolate dall’assessore regionale allo Sviluppo economico Ambrogio Brenna: per il sostegno alle piccole e medie imprese 41 milioni di euro nel 2010 e altri 24 nel 2011, per finanziare le infrastrutture 59 milioni e mezzo di euro.

Cifre che definiscono il Progetto Prato, inserito nel Progetto moda 2010 èd è stato presentato dall’assessore Brenna a tutti i partecipanti del Tavolo di distretto.

I nodi da sciogliere sono molti, il più difficile da affrontare è quello dell’ex Banci.
Il progetto è strettamente correlato alla proposta che la Regione presenterà per l’intero distretto industriale in vista dell’Accordo di Programma con il Governo e che verrà sottoscritto quando sarà varato il decreto e verranno individuate le aree di crisi sulla base dell’accordo Stato-Regioni ancora da raggiungere.

Ma per Brenna le risorse della Regione sono a disposizione “I soldi ci sono e i campi di investimento pure. Tocca al tavolo del distretto ora, saperli sfruttare definendo meglio i progetti inseriti a grandi linee nel Piano”.

E per questa ragione nei prossimi giorni verranno organizzati dei gruppo di lavoro tecnico-operativo. Non sarà facile riqualificare l’ex Area Banci e trasformarla in un polo espositivo multifunzionale. Il progetto intanto è stato inserito nel Piano Moda ma non trova il favore della nuova giunta comunale. E così commenta il sindaco Cenni questa iniziativa: “Prendiamo atto del progetto della Regione Toscana che può rappresentare un quadro di riferimento sul quale il Tavolo di distretto sarà chiamato ad attivare al più presto un gruppo di lavoro, per apportare le modifiche necessarie al progetto stesso, utili a renderlo più efficacemente operativo. Si tratta in ogni caso di uno strumento propedeutico all’inserimento del distretto tessile pratese nella lista dei distretti in crisi che potranno accedere ai benefici delle leggi 99 e 181?.

Chiara Pannullo


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.