×

Il sangue di Luigi XVI trovato in una zucca

Condividi su Facebook

Un curioso reperto che giunge dalla Francia

E’ davvero curiosa la notizia secondo la quale, all’interno di una zucca, sarebbe forse stato rinvenuto il sangue di Luigi XVI, il giovane re ghigliottinato durante la Rivoluzione Francese.

Certamente vi starete chiedendo come il sangue di un sovrano sia potuto finire su un reperto tanto bizzarro; ebbene, potrebbe trattarsi di quello raccolto da Maximilien Bordaloue, un uomo che, secondo una leggenda popolare mai confermata ma neppure mai sopita, avrebbe imbevuto un fazzoletto del sangue di Luigi XVI colato dal palco della ghigliottina il giorno dell’esecuzione (21 Gennaio 1793).

Del tessuto in realtà non è stata trovata alcuna traccia, ma dai residui di sangue rimasti è stato possibile estrarre il Dna, il quale ha confermato che esso è appartenuto ad un uomo dagli occhi azzurri (il colore degli occhi del monarca), con un’impronta genetica estremamente rara nei moderni euroasiatici.

Forse un sangue “speciale” di re?

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.


Contatti:
2 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Bort
10 Febbraio 2011 11:22

Esistono tracce della leggenda popolare cui si fa cenno?

Redazione Notizie.it
11 Febbraio 2011 03:04
Risponde a  Bort

Le fonti dell’epoca raccontano che molte persone erano solite raccogliere il sangue che colava dal patibolo con dei fazzoletti per conservarlo o, più probabilmente, venderlo, figuriamoci quanto ciò potesse valere per il sangue del re.
La zucca in questione era un contenitore a forma di bottiglia dove di solito si teneva la polvere da sparo, ma poteva anche essere un buon contenitore per un reperto “prezioso”.
Non vi sono certezze, ma sembra che il Sig. Bordaloue avesse intenzione di vendere quel sangue ad un uomo detto in codice L’Aquila, che alcuni hanno identificato in Napoleone.


Contatti:
Redazione Notizie.it

La redazione è composta da giornalisti di strada, fotografi, videomaker, persone che vivono le proprie città e che credono nella forza dell'informazione dal basso, libera e indipendente. Fare informazione, per noi, non è solo un lavoro ma è amore per la verità.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.