Il Sindacato degli Universitari di Bologna contro il DL Gelmini - Notizie.it
Il Sindacato degli Universitari di Bologna contro il DL Gelmini
Bologna

Il Sindacato degli Universitari di Bologna contro il DL Gelmini

Gli striscioni della Facoltà di Ingegneria

Dopo una giornata di scontri, manifestazioni e occupazioni, la protesta degli Universitari continua. Per capire meglio le ragioni della contestazione, Bologna Magazine ha incontrato Raffaele Serra, presidente del Sindacato degli Universitari dell’Alma Mater Studiorum di Bologna.

Il Sindacato degli Universitari – chiarisce Serra – è la seconda forza di rappresentanza dell’università di bologna per numero i voti alle ultime elezioni studentesche. Siamo presenti in gran parte dell’ateneo e costituiamo un gruppo apartitico e nonviolento

Come e dove avete protestato?
Oggi abbiamo gridato il nostro dissenso con striscioni, da Ingegneria, da palazzo paleotti e da matematica. Abbiamo fatto incursione a Palazzo D’accursio e occupato simbolicamente il Rettorato con uno striscione che recitava “Senza cultura non rimane più nulla. (Mario Monicelli)”, striscione poi esposto dalla Torre della Specula. Alcuni studenti hanno steso tre striscioni che recitanoSALVIAMO L’UNIVERSITA’ – FERMIAMO IL P.D.L. 3687dalla storica aula di disegno della sede di Viale del Risorgimento.

La Protesta si è estesa anche negli Poli della Romagna: a Cesena, c’è stata l’occupazione simbolica dell’aula magna mentre a Forli si è occupata in modo simbolico la statua di Aurelio Saffi in via Saffi.

A Rimini un lungo corteo studentesco ha attraversato le strade delle città. Ma cosa chiede il Sindacato degli Universitari?

Chiediamo come tutto il movimento il ritiro del Progetto Di Legge 3687 per poter avviare un dialogo con le parti sociali che porti ad una seria riforma della governance degli atenei che riporti al centro il carattere pubblico dell’università di qualità.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche