×

IL TENENTE I

default featured image 3 1200x900 768x576
amore93

Maria pensa soave e deliziosa all’America: sogna ad occhi aperti e disinibiti, le emozioni vere appartengono al mero esempio di vita misteriosa e nuova allo stesso tempo; il nuovo mondo del nuovo millennio l’affascina un sacco: le emozioni fanno vacillare il proprio docile cuore, che naviga a vista.
L’America fisica e soave rappresenta l’intercapedine dello spirito, la fisicità intrinseca di ciò che non può essere rappresentato, ma solo indicato con un breve sguardo al cielo immenso: apoteosi dell’infinito cosmico.

Maria, donna di 25 anni, neolaureata alla Facoltà di Scienze Politiche dell’Università degli Studi di Torino, ha occhi grandi verde smeraldo, un naso armonioso nella forma,viso scuro con una carnagione prorompente ben abbronzata, seno esuberante e generoso: il tutto dà forma e sostanza ad una donna armoniosa con un bel fisico, che denota beltà e splendore abbagliante.
Vive a Torino, sulle magiche rive del fiume Po: fiume eterno che rappresenta la città vera e armonica metropoli dello spazio immenso e beato; città che risente della crisi finanziaria che attanaglia la nazione,ma pare dotarsi di una nuova e roboante economia: caratterizzata da una solida new-economy.

Un seno prorompente messo in bella vista da scollature generose: cocktail micidiale per gli esseri maschili, gambe perfette e una sensazione onirica nuova e procace, sono le caratteristiche fondamentali di una donna o ragazza di soli 25 anni, che appena portati a compimento gli studi sogna ad occhi aperti l’avventura nuova e disinibita: sogna di vivere di nuovo l’amore solare o intercapedine dello spirito. Francesco, collega di studi, l’ha lasciata solamente tre mesi fa; insieme i due avevano assaporato l’elisir sentimentale di lunga vita, l’amore e l’intercalare dello spirito hanno rappresentato una dolce simbiosi di colori, sensazioni e emozioni.

Emozioni soavi che si scontrano nella mente umana con la mancata realizzazione di ideali sentimentali nuovi e innovativi, tipici dell’età giovanile. Francesco ha occhi grandi marroni, fisico normale con capelli castani e impazzisce per la musica: gli Zero Assoluto e i Nomadi lo esaltano più di ogni altra cosa;la musica vera e soave che trasmette emozioni nuove. Le canzoni rappresentano il motto di vita celeste, l’apoteosi dello spirito, spirito che irradia energia vitale all’amore vero.
Francesco e Maria hanno vissuto una storia d’amore intensa: fatta di emozioni solerti e momenti esilaranti dolci, momenti magici, dove i sogni si scontrano con la realtà che diviene vera verità matura. Hanno giocato a fare all’amore come dei ragazzi più giovani, che s’affacciano con impeto alla vita vera e nuova; hanno fatto l’amore fisico: atto sessuale esplicito comandato dall’Io interiore che si muove grazie a pulsioni emotive nuove e sconosciute ai più. Ma, il giocattolo si è rotto inesorabilmente: hanno litigato per delle banalità, per delle sciocchezze, per cose sentimentali piccole e precise; si sono lasciati inesorabilmente, dopo molta sofferenza interiore: dolore immane che si nasconde nella parte vera dell’anima. Fonte di nevrosi e malattia interiore, solitudine umana nuova: solipsismo di ritorno o vento vendicativo nuovo.
Maria per dimenticare cammina velocemente a passo spedito, lungo gli stupendi portici di Via Po, recentemente ristrutturati e riportati ad antico splendore architettonico: gioiello della città vera e sublime. Il fiume Po è visibile in fondo alla via, l’acqua brilla e rispecchia le dolci forme della città e dei raggi ionici del Sole. Tutto rappresenta la parte interiore e intima della città di Torino, città della Mole Antonelliana che si innalza su fin verso il cielo e le stelle d’Oriente. Città dell’economia vitale che si muove sull’indotto dell’industria automobilistica: perno dello sviluppo futuro, nonché sede di importanti banche e società finanziarie ed assicurative.
Maria prova imbarazzo, nell’aver annullato tre anni di vita e di amore intenso; amore complesso e difficile, vissuto con enfasi. Maria piange a dirotto, dipana sensazioni emotive tristi e succubi dell’infelicità generale, ma oramai le sensazioni del cuore e il dolore lasciano spazio alla nuova ricerca dell’amore vero e misterioso. La ricerca della nuova anima gemella: le emozioni e le pulsioni nuove del cuore che si muovono in maniera nuova e regale.

Contents.media
Ultima ora