Il Vikingo non se ne vuole andare dall'Isola: sono stato discriminato | Notizie.it
Il Vikingo non se ne vuole andare dall’Isola: sono stato discriminato
Lifestyle

Il Vikingo non se ne vuole andare dall’Isola: sono stato discriminato

Nella puntata del 23 febbraio è stato eliminato dal televoto ma lui non se ne vuole andare e continua a rimanere in Honduras a spese della produzione dell’Isola dei Famosi. Protagonista dell’insolita protesta è il Vikingo, all’anagrafe Davide Fabbri, 44enne di Milano Marittima, di professione ”personal trainer della seduzione”, ”pronipote del Duce” come dice di essere, nelle vene un motto: ”Educazione e fantasia”. Il Vikingo costa alla produzione ”70 dollari al giorno – come ha ricordato ieri Simona Ventura – ha mancato due voli e non si riesce a mettere in un taxi”. Motivo? Si sente discriminato e punta il dito contro la produzione che accusa di poca chiarezza. ”Sto protestando non solo per i miei diritti, sto rappresentando le persone discriminate” ha rivendicato Davide che dice di non essere ”mai stato in gioco”. ”Potevate dirlo che si veniva qua a fare un televoto. Me ne frego del televoto, non si gioca con la vita delle persone, devi leggere i due contratti che mi hanno fatto firmare” ha detto il naufrago rivolto alla Ventura.

”Tu hai superato delle selezioni, sei venuto a Quelli che il calcio” ha ribattuto la conduttrice e dinanzi al suo piglio alla fine Davide è sembrato convincersi. ”Io ti propongo di venire ospite a Quelli che il calcio ci fai la tua Kukka Dance e smettiamo questa manfrina” ha ‘intimato’ Ventura. ”Non è un tranello? Mi devo fidare? – ha replicato il Vikingo – Ho la tua parola d’onore?”. E alla fine si è congedato con un ”Hasta la victoria”. ”Da un pronipote del Duce ci vuole proprio” ha chiosato Ventura.

foto (c) mondoreality.com

© Riproduzione riservata

2 Commenti su Il Vikingo non se ne vuole andare dall’Isola: sono stato discriminato

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche