×

Ilona Staller: “Ero una spia per l’Ungheria”

Ilona Staller ha svelato un retroscena inedito del suo passato come spia per l'Ungheria.

Ilona Staller

Ilona Staller ha confessato che prima di farsi conoscere come attrici a luci rosse si sarebbe fatta chiamare Coccinella e sarebbe stata una spia per l’Ungheria.

Ilona Staller spia per l’Ungheria

Ilona Staller non smette mai di stupire con i retroscena inediti sulla sua vita e questa volta ha lasciato tutti di stucco svelando di esser stata una spia per l’Ungheria ancor prima d’intraprendere la carriera nel cinema per soli adulti.

“Era un pochettino pericoloso”, ha dichiarato il volto televisivo, e ancora: “Lavoravo in un hotel, facevo la cameriera. Ai tempi dovevo capire se le persone che venivano dall’estero venivano come turisti o no. Dovevo capire perché venivano in Ungheria”. All’epoca dei fatti il “nome in codice” dell’attrice sarebbe stato “Coccinella” e, a causa del suo impiego nello spionaggio, avrebbe persino rischiato la vita: “Una volta mi stavano seguendo, ero uscita da una macchina.

Era facile capire che mi volevano investire. Da quel momento ho capito che con quel mestiere avrei dovuto smettere”, ha ammesso la Staller, oggi reduce dall’esperienza dell’Isola dei Famosi.

L’offerta fatta a Putin

Di recente l’attrice è balzata agli onori delle cronache per aver fatto una proposta osé al presidente russo Vladimir Putin. Ilona Staller si è proposta per trascorrere una notte con lui in cambio della pace in Ucraina.

Il suo messaggio ovviamente ha fatto discutere e in tanti, sul web, l’hanno riempita di critiche. Per tutta risposta l’attrice ha precisato che in passato avrebbe fatto la stessa offerta anche a Saddam Hussein, e al momento sembra non curarsi della valanga di messaggi nei suoi confronti.

Contents.media
Ultima ora