×

Imola, la colf le ruba i soldi dal conto: 91enne la scopre e la fa arrestare

Trova il codice bancomat della signora che aiuta in casa e così preleva i soldi dal suo conto corrente: 91enne l'ha fatta arrestare.

Imola colf ruba soldi

È una storia a lieto fine quella di nonna Zina, anziana 91enne di Imola che ha scoperto il furto da parte della sua colf. La badante, infatti, pare fosse riuscita a trovare il codice bancomat dell’anziana signora, con il quale aveva cominciato a prelevare i soldi dal suo conto corrente.

Insospettita da un estratto conto alquanto anomalo, con 200 euro spesi in profumeria, la donna si è recata dai carabinieri, che in borghese hanno pedinato e monitorato la colf, colta in flagrante mentre si serviva dei soldi della 91enne. Il controllo dell’anziana signora è stato prezioso per lanciare l’allarme e la sua scaltrezza è davvero ammirevole. 

Imola, colf ruba i soldi: 91enne la scopre e la fa arrestare

Da mesi rubava i soldi dell’anziana signora che assisteva alcuni giorni della settimana, ma alla fine è stata proprio lei ad accorgersene e denunciarla.

La colf pensava forse che l’anziana non si sarebbe mai potuta accorgere del furto. Al contrario, nonna Zina ha dato prova di grande lucidità. A 91 anni è ancora in ottima forma e molto arzilla. Insospettita per le spese eccessive, ha denunciato la situazione ai carabinieri. Dal suo estratto conto, infatti, risultavano prelievi di circa 1200 euro al mese da lei mai effettuati.

La signora Zina, vedova e pensionata, era abituata a vivere con poco e quotidianamente non spendeva cifre elevate.

Imola, colf ruba i soldi dell’anziana: i sospetti

La badante, 48 anni, era stata assunta dai familiari della donna per aiutarla in casa. Generalmente restava nell’appartamento con Zina, uscendo solo per andare a buttare la spazzatura, intorno alle 15.

I prelievi sospetti, infatti, si verificavano sempre tra le 15 e le 17, confermando le ipotesi dei carabinieri, i quali hanno iniziato a indagare sulla condotta poco onesta della colf.

Imola, colf ruba i soldi: le indagini

Dopo la segnalazione della 91enne, i carabinieri di Imola hanno cominciato a indagare. Gli agenti in borghese hanno iniziato a pedinarla, confermando così i sospetti.

La 48enne è stata vista uscire dall’abitazione con le buste della spazzatura per poi recarsi al bancomat del comune, avendo trovato il pin della tessera che solo l’anziana avrebbe dovuto sapere e usare. La donna è stata colta in evidente flagranza di reato. Successivamente, è stata eseguita una perquisizione domiciliare, con la quale gli agenti hanno individuato in casa profumi appena comprati e diversi prodotti acquistati con i soldi rubati alla 91enne. La colf è accusata di tentato indebito utilizzo di carta di credito e di furto in abitazione, aggravato dal fatto che si è approfittata dell’anzianità della vittima.

Contents.media
Ultima ora