In arrivo le nano gocce che sostituiranno gli occhiali
In arrivo le nano gocce che sostituiranno gli occhiali
Salute

In arrivo le nano gocce che sostituiranno gli occhiali

Donna si mette il collirio

Entro la fine dell’anno saranno sperimentate in Israele le nano gocce, colliri speciali contro patologie agli occhi: non serviranno più gli occhiali.

La tecnologia israeliana ottiene molto spesso straordinari risultati. L’ultimo riguarda le nano gocce (nano gotas), che in base alle (riuscite) sperimentazioni sono in grado di migliorare la vista senza bisogno d’interventi chirurgici (molto costosi). Praticamente si tratta di nanoparticelle di collirio, inizialmente testate su dei maiali. Le ricerche non sono ancora concluse: dovrebbero terminare entro la fine del 2018. La speranza è quella di eliminare l’uso degli occhiali (obiettivi multifocali).

Nanogocce

La ricerca

Le nano gocce sono state “inventate” da un team di oftalmologi del Nanotechnology and Advanced Materials Institute della Bar- Illan University, a Ramat Gan, un sobborgo di Tel Aviv, e da un altro team dello Shaare Zadek Medical Center a Gerusalemme. Hanno la capacità di riparare la cornea, migliorando la vista anche a lunga distanza. Il Dottor David Smadja, leader del gruppo di studiosi, annunciando nell’auditorium “Steinberg” di Gerusalemme il successo della sperimentazione, ha spiegato che le nano gocce possono rappresentare un rimedio rivoluzionario contro miopia, ipermetropia e altri problemi della vista.

Purtroppo non si sa ancora quante volte esse possano essere applicate.

Nanogocce

Com’è avvenuta la sperimentazione

I ricercatori hanno osservato gli errori di rifrazione compiuti dagli occhi dei maiali prima e dopo l’applicazione o installazione delle nano gocce e riscontrato un miglioramento “significativo” nel secondo caso. I suini esaminati erano “affetti” da miopia e ipermetropia. L’esperimento è avvenuto su questi animali, perché i loro occhi non sono molto diversi da quelli umani.

Possibili nuove scoperte

Il Dottor Smadja non esclude che un domani possa essere sufficiente un’app per cellulare, per studiare la salute degli occhi, misurandone la rifrazione, e creare un modello laser per intervenire in caso di problemi.

Un premio alla scoperta

Le nano gocce sono state apprezzate e premiate in una competizione scientifica, tenutasi dalle parti di Tel Aviv. L’evento ha luogo ogni due anni con una giuria è formata da medici e infermieri che scelgono due opere su centosessanta presentate.

Simili precedenti

Non è la prima volta che vengono sperimentate delle “gocce” particolari dal punto di vista medico.

Per esempio a Londra sono state usate per rallentare la comparsa di macchie per via dell’età.

Inoltre, a Taiwan, un farmaco che non è necessario iniettare, ma basta applicare sulla cornea, ha guarito le infezioni batteriche agli occhi.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Leggi anche

Apple iPhone 6s Plus 32GB Grigio - Grey
439 €
Compra ora
Prozis Corehr - Smartband Con Cardiofrequenzimetro
24.99 €
41.67 € -40 %
Compra ora
Diadora Cyclette Lilly Rigenerata
79.95 €
173 € -54 %
Compra ora
Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora